Tempo di lettura: 2 minuti
DSCF3674 (2)
Mister Franco Lerda

SQUINZANO (di Massimiliano Cassone) – Mister Franco Lerda, questa mattina, è stato il primo ad arrivare al “Comunale” di Squinzano. Mentre i suoi ragazzi si preparavano per scendere in campo, lui era già lì a calpestare l’erbetta “innaffiata” da una leggera pioggerella caduta mezz’ora prima.

Il tecnico piemontese ha tenuto inizialmente un discorso abbastanza intenso con i calciatori, quindi ha dato il via ai lavori ginnico-atletici.

Seppur quella di domenica scorsa sia stata una sconfitta che brucia e sebbene nessuno vorrebbe mai perdere, quella in terra toscana è stata una delusione senza danno; infatti, pur vincendo, il Lecce avrebbe dovuto partecipare alla “roulette russa” dei play-off.

Nonostante nell’immaginario collettivo sia ancora vivo il ricordo  di quel pomeriggio di giugno nella finale contro il Carpi, quando accadde tutto ed il contrario di tutto, quest’anno c’è la consapevolezza che il Lecce sia una squadra molto più compatta ed altrettanto forte; ne è testimone il fatto che la squadra giallorossa abbia collezionato, in Lega Pro, il maggior numero di vittorie.

Aggregati in prima squadra, oggi c’erano anche i calciatori della “BerrettiVersienti, Monaco, Gaetani e Chirizzi.

DSCF3662
Capitan Fabrizio Miccoli

Perucchini non è sceso in campo ma ha lavorato in palestra, mentre Sacilotto e W. Lopez hanno corso regolarmente a parte sotto lo sguardo attento di Negro. Assente soltanto D’Ambrosio per cui il campionato è già finito col grave infortunio alla caviglia rimediato nell’infausto match di Viareggio.

Vinetot, Sales, Papini, Doumbia, Beretta ed Amodio hanno formato un gruppo a parte ed hanno corso, in un lavoro di “scarico”, a bordo campo per buona parte dell’allenamento.

Gli altri, compresi i “Berretti”, hanno svolto esercitazioni tecno-tattiche con partitella finale a campo ridotto.

L’aria che si respirava regalava serenità, i calciatori ed il tecnico di Fossano appaiono consapevoli che ora tocca soltanto a loro, che bisogna annientare l’ostacolo, rompere qualsiasi “paletto” che tenterà di ostruire l’approdo in serie B; Il Lecce 2013-’14 merita la promozione nella serie cadetta per quello che ha dimostrato nella lunga rincorsa effettuata e per la qualità della propria rosa.

La settimana lavorativa, in attesa di domenica (il Lecce riposerà ma conoscerà la squadra da affrontare l’11 maggio al “Via del Mare” per la prima gara secca dei play-off), proseguirà domani mattina con inizio alle ore 10.30 nello stadio leccese, a porte aperte.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.