Tempo di lettura: 1 minuto

Le leggi anti-fumo hanno portato i loro buoni effetti. Il divieto di fumare nei luoghi pubblici ha contribuito a ridurre le nascite premature e gli attacchi d’asma dei bambini del 10 per cento negli Stati Uniti e in Europa, secondo un nuovo studio condotto dall’Università di Edimburgo pubblicato sulla rivista “Lancet”.

I risultati rivelano che l’impatto delle leggi anti-fumo varia da paese a paese ma nel complesso l’effetto sulla salute dei bambini in tutto il mondo è significativamente positivo. Le leggi che vietano di fumare in posti come bar, ristoranti e uffici hanno già dimostrato di proteggere gli adulti dalle minacce per la salute derivanti dal fumo passivo. Questa e’ la prima ricerca a occuparsi direttamente dell’impatto sulla salute dei bambini.

Meno di un sesto della popolazione mondiale è attualmente protetto dalle leggi anti-fumo. Di conseguenza il 40 per cento dei bimbi di tutto il mondo è regolarmente esposto al fumo passivo, causa diretta di nascite pretermine o da morti, asma e infezioni polmonari. I ricercatori hanno esaminato oltre 2,5 milioni di nascite e quasi 250.000 ricoveri in ospedale per attacchi di asma.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.