Tempo di lettura: 1 minuto

logo BariOra è tutto ufficiale: l’A.S. Bari è fallita. Dopo 106 di storia calcistica, la società biancorossa gestita dal 1977 dalla famiglia Matarrese non esiste più, è evaporata sotto ai circa 35 milioni di debiti. Alle ore 18:03, un’agenzia dell’Ansa ha confermato che la sezione fallimentare del Tribunale di Bari ha dato l’ufficialità della sentenza emessa.

Così, sono stati ovviamente nominati due curatori fallimentari: si tratta del docente di Diritto commerciale dell’Università di Bari, Gianvito Giannelli e del presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Bari ed ispettore della Covisoc, Marcello Danisi.

Toccherà ai due professionisti porre ora le basi per cercare di vendere all’asta, entro il prossimo mese di aprile, il titolo sportivo consentendo di fatto ad un’altra società affiliata alla Figc (acquirente) la possibilità di iscrivere entro il 30 giugno prossimo il “nuovo” club, ma con un nome diverso, ad un campionato professionistico.

Non ci poteva essere epilogo peggiore per la società biancorossa.

Commenti