Tempo di lettura: 1 minuto
1964646_10202192245900126_577918293_n
Cristiano Lucarelli, foto di Michel Caputo

Regna il silenzio in casa Esperia Viareggio. E mentre la società rende omaggio al dott. Carlo Petri, grande tifoso e zio dei fratelli Gazzoli, venuto a mancare nella notte di domenica, attende insieme ai tifosi di conoscere la decisione del proprio allenatore Cristiano Lucarelli che, dopo la quinta sconfitta subita a Prato, ha deciso di prendersi 48 ora per decidere se rassegnare le dimissioni o continuare. La società dal canto suo gli ha proposto il prolungamento del contratto; il tecnico toscano è ancora in silenzio.

Cristiano Lucarelli negli ultimi due giorni è stato a Coverciano dove sta seguendo il corso per il conseguimento del patentino di allenatore.

Il tecnico livornese approdato sulla panchina delle “zebre” proprio nella gara d’andata contro il Lecce al “Via del Mare”, si ritrova come ad un crocevia proprio nella domenica della sfida ai giallorossi capitanati da Fabrizio Miccoli.

Nell’ambiente viareggino tutti sperano che Lucarelli decida di presentarsi all’allenamento di domani e decida di continuare a guidare la squadra in questo strano campionato. Forse il livornese ha bisogno di essere rassicurato, ha bisogno di sapere che la proprietà ha un progetto per il futuro; vero è comunque che non essendoci retrocessioni e con la proposta di un prolungamento in tasca, se decidesse di lasciare la panchina bianconera sarebbe a primo acchito una decisione incomprensibile. Di contro, il carattere, la grinta di Lucarelli e la sua coerenza sono conosciuti da tutti, da sempre, quindi certamente saprebbe spiegare una decisione alquanto anomala.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.