Tempo di lettura: 3 minuti

SAVINO-nel-palloneLECCE (di Massimiliano Cassone) – Il Lecce, atteso a trascorrere una domenica da spettatore, nell’anticipo di venerdì sera, dopo un buon primo tempo, nella seconda frazione di gioco soffre più del dovuto ma alla fine vince contro un bell’Ascoli ed aggiunge tre punti importantissimi alla sua classifica. Il “picchio”, giovane e propositivo, non ha nulla da chiedere a questo campionato se non gettare le basi per quello che secondo il neo presidente Bellini sarà un futuro roseo. I giallorossi, invece, si giocano la possibilità di guardare la serie B negli occhi e, soprattutto, di mettere sotto pressione le due battistrada del girone B.

La squadra di Lerda, quindi, aggancia momentaneamente il Perugia a quota 46 punti e s’affaccia alla finestra di quella che sarà una domenica particolare in cui ci sarà soltanto da… “gufare”.

E già, in modo divertente, vogliamo provare ad immaginare quella che sarà la domenica non solo dei calciatori del Lecce ma anche dei tifosi, di mister Franco Lerda e, perché no?, anche del presidente Savino Tesoro che con il suo immancabile accento “altoatesino” sicuramente per tranquillizzare i suoi ragazzi dirà: “O chiòve o amméne u vinde, à nnú nge ne fréche ninde”.

Oppure, il tecnico originario di Fossano che a seguire ripete come il suo ormai mitico mantra: “Dobbiamo pensare una gara alla volta”, con Capitan Fabrizio Miccoli che, riflettendo tra sé e sé, pensa a voce alta e dice dal canto suo: “Una gara alla volta: aggiu capitu, ma speriamu cu perdenu tutte e ddoi”. E quindi via di seguito, lasciando alla fantasia del lettore ogni altro esempio che ben si coniuga con questi…

Perugia-frosinoneE i tifosi salentini che faranno? Un po’ del cosiddetto faugnolo faranno sicuramente spirare da Lecce all’indirizzo di Frosinone e Catanzaro?Beh, onestamente pensiamo proprio di sì; riteniamo sia infatti giusto scherzare un po’ (visto il periodo carnevalesco) sulle superstizioni e farlo senza prendersi mai davvero troppo sul serio; ma chi lo ha detto che un “cornetto” in tasca non faccia comunque bene?

A parte gli scherzi, non è che crediamo seriamente che un pensiero di natura irrazionale possa in concreto influire sugli esiti di una qualsiasi situazione di vita ma vogliamo giocherellare, così, per passare il tempo. Stiamo pur sempre parlando di calcio in fin dei conti…

Gubbio vino e bandiera LecceUn po’ di macumba non guasta mai, così… giusto per sorridere, un po’ come fece la suocera del mitico Oronzo Canà nel celeberrimo film “L’allenatore del pallone”, anche se nella pellicola degli anni Ottanta il suo malocchio ebbe un effetto del tutto contrario, facendo sorridere tantissimi appassionati di quello che è stato e resta un cult tra i film interpretati dall’attore pugliese Lino Banfi.

Comunque sia, a Frosinone arriva il Grosseto e noi speriamo che vinca la squadra di mister Acori; mentre a Catanzaro approda il Grifo: ecco ci auguriamo che ci sia tanto di quel vento da ostacolare il volo asimmetrico del mitologico rapace, simbolo degli umbri… In parole povere, speriamo perda anche il Perugia.

Sarà insomma una domenica in cui spirerà tanto vento da Sud, il cosiddetto “faugno”, accompagnerà questa giornata calcistica in cui i giallorossi saranno semplici spettatori. Mentre termino di scrivere l’articolo tocco… ferro, così, tanto per fare una cosa; non si sa mai e quindi… TANTI AUGURI PERUGIA, TANTISSIMI AUGURI FROSINONE…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.