Tempo di lettura: 5 minuti

CALIMERA (di Gabriele De Pandis)- Cambia il percorso, cambiano gli interpreti, ma il risultato è sempre quello più bello: la “Berretti” capolista continua la serie positiva e al “Colaci” regola un bel Barletta grazie all’1-0 firmato dalla “roccia” Andrea Risolo. Il punteggio rispecchia la natura ostica della partita, caratterizzata dalla ruvida opposizione della compagine barlettana, senza dubbio la squadra più in palla vista in quel di Calimera.

Pasculli, orfano di Luca Guadalupi (bloccato da un malanno e preservato per l’impegno in nazionale), di Parlati e di capitan Monaco, ridisegna il suo centrocampo con Simone Cassano sulla linea dei mediani assieme ad Andrea Risolo. L’attacco, sorretto dall’ariete Persano, con Gaetani sulla linea della trequarti assieme a Cicerello e Montinaro. Il Barletta oppone un 3-5-2 caratterizzato dalla grande mole di lavoro degli esterni.

cice 1
Cicerello

PRIMO TEMPO Il Lecce comincia col piede sull’acceleratore ed arriva al tiro con Andrea Cicerello al 1′ ,ma la conclusione dell’esterno giallorosso è larga. I Pasculli-Boys cercano di fare la partita, forti anche del desiderio di rivincita dopo il 2-1 dell’andata, ma hanno di fronte una squadra ben messa in campo che non lascia molti spazi alla costruzione di gioco del Lecce, spesso caratterizzata da lunghe reti di passaggi. Gaetani, stretto nella morsa dei due mediani barlettani Albanese e Valentino cerca di fungere ancora da “apriscatole” per le incursioni delle due frecce di centrocampo. Al 12′ c’è la prima grande occasione del Lecce, nata proprio su un incursione di Andrea Cicerello; sgroppata sulla fascia di “Cice”, cross al centro per Montinaro, la cui sponda non è sfruttata a dovere da Persano che cincischia al centro dell’area. L’occasione capitata sui piedi dell’attaccante di San Donato dà fiducia al Lecce: imbucata di Risolo da centrocampo per Gaetani che parte un secondo più tardi e non sfrutta il buon assist della “Roccia” della difesa, ancora oggi schierato sulla mediana da Pedro Pablo Pasculli (sostituito in panchina dal vice Dell’Anna a seguito della squalifica). Il Barletta, ben messo in campo dal mister Pavone, cerca di uscire dal guscio creando grattacapi con un pressing alto che parte dall’attenzione sui tocchi arretrati della coppia centrale Castellana-Morello. L’intensità mostrata dal Barletta porta ad un maggior possesso palla biancorosso che però non si traduce in occasioni da rete; dall’altra parte i Pasculli-Boys soffrono a centrocampo a causa della superiorità numerica dei biancorossi, che si presentano timidamente in zona offensiva al 30′ con un tiro di Valentino da fuori. Matteo Montinaro, particolarmente generoso oggi, con una punizione ben calibrata propizia la terza occasione del Lecce, non sfruttata da Gaetani anche per la posizione di off-side dello stesso. La difesa del Barletta, particolarmente attenta ed efficiente grazie anche ai pronti ritorni degli esterni Arbotti e Pellegrino, rende difficile la vita ai Pasculli-Boys, spesso bloccati. La scatola di ferro costruita da Pavone porta i giallorossi alla scelta monotona dell’azione offensiva, basata solamente su lunghe aperture per gli esterni Montinaro e Cicerello; la scelta non porta però grattacapi al portiere Cilli. La restante parte del primo tempo scorre senza emozioni e con il Barletta che, riuscendo ad imballare le fonti di gioco leccesi, non corre pericoli.

berretti 1SECONDO TEMPO –  Il secondo tempo comincia con l’occasione per Mattia Persano al 4′: corner di Montinaro, incornata del 9 giallorosso e bella parata di Cilli che salva i suoi. Il Barletta conserva l’intensità della prima frazione e, a seguito di un errore di Castellana, si presenta dalle parti di Chironi con Matera, il cui tiro è però neutralizzato di piede dal giovanissimo portiere di Surbo. Il Barletta si dimostra inizialmente più in palla del Lecce e costruisce buone manovre grazie alle azioni del ’94 Mastroberti, spina nel fianco dello schieramento giallorosso. Al 16′ c’è l’ennesima azione di Andrea Cicerello non sfruttata dagli avanti giallorossi: percussione del ragazzo di San Cesario, palla al centro prima non impattata da Persano e poi tirata alle stelle da Gaetani. Il Barletta impensierisce sempre il centrocampo leccese, ma la contabilità delle occasioni è sempre favorevoli ai Pasculli-Boys, oggi con le polveri bagnate in attacco. Al 18′ mister Dell’Anna passa al 4-4-2 con il cambio di Sindaco per Gaetani e cerca di dare linfa utile al reparto avanzato.

risolo sottomagliaLe partite così spigolose notoriamente si risolvono solo con delle azioni da calcio piazzato e al 25′ arriva il gol del vantaggio giallorosso: punizione di Rotunno, batti e ribatti in area e tap-in di Risolo da pochi metri e insacca. L’esultanza del difensore mesagnese apre il “giallo” della giornata, con protagonista il direttore di gara Conte, costretto ad un’applicazione precisa del regolamento: Risolo esultando mostra una “sottomaglia” con la scritta “Auguri Nonno” e si becca il secondo cartellino giallo (era già stato ammonito nel primo tempo).

L’espulsione del capitano giallorosso rende la partita ancor più nervosa e frazionata dai numerosi falli a centrocampo: in questo quadro il Barletta bussa alla porta leccese solo a cinque minuti dalla fine con un’azione di Morsillo seguita da una palla al centro sulla quale Morello e Chironi confezionano un rimpallo che viene poi sventato dallo stesso estremo difensore giallorosso. Il Lecce assume un assetto difensivo e contiene il forcing barlettano, anche grazie all’interdizione del classe 1997 Alessandro Pirretti, all’esordio oggi, subentrato a Persano per alzare le mura della resistenza dei Pasculli-Boys.

Il Tabellino

Lecce-Barletta 1-0

Lecce (4-2-3-1): Chironi; Versienti, Castellana, Morello, Fersini; Risolo, Cassano (54’ Rotunno); Cicerello, Gaetani (63’ Sindaco), Montinaro; Persano (75’ Pirretti). A disposizione: Spinelli, Chirizzi, Moriero, Luca. All. Dell’Anna.

Barletta (3-5-2): Cilli, Cicerelli, Corvasce, Ranieri; Arbotti (59’ Mazzilli), Albanese, Matera, Valentino (63’ Russo), Pellegrino; Morsillo, Mastroberti (74’ Bollino). A disposizione: Volpe, Cicolella, Troizzi, Favilla. All. Pavone.

Marcatore: Risolo 70’

Espulso: Risolo al 71’ per doppia ammonizione.

Ammoniti: Versienti, Morello, Cicerello (L), Albanese, Matera (B).

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.