Tempo di lettura: 1 minuto

Sedile tricoloreLECCE – Si celebra domani, lunedì 10 febbraio, la Giornata del Ricordo, istituita con Legge n. 92 del 30 marzo 2004 in memoria delle vittime delle foibe e degli esuli istriani, fiumani e dalmati dalle loro terre, nel secondo dopoguerra. Almeno diecimila persone, negli anni a cavallo del 1945, vennero torturate e uccise a Trieste e nell’Istria controllata dai partigiani comunisti jugoslavi di Tito. In gran parte, vennero gettate (molte ancora vive) dentro le voragini naturali presenti sull’altipiano del Carso triestino ed in Istria, le “foibe“. Una drammatica pagina di storia nazionale per troppo tempo sconosciuta, poi oscurata e dimenticata in Italia.

In questa ricorrenza, l’Amministrazione Comunale di Lecce per sensibilizzare i cittadini su questa immane tragedia ha deciso di illuminare il Sedile con i tre colori della bandiera italiana (rosso, bianco e verde) a ricordo delle vittime eccidio che pagarono un prezzo altissimo per il sol fatto di essere italiani.

“Abbiamo il dovere di ricordare i morti delle foibe – sottolinea l’assessore al Marketing Territoriale, agli Spettacoli e agli Eventi, Luigi Coclite Sentiamo di dover tributare loro quel saluto e l’osservanza della loro memoria che per troppi anni nessuno ha mai tributato ristabilendo una verità storica. Il martirio delle foibe è il più esemplare degli insegnamenti per chi guarda in avanti e vuole costruire il futuro. Conoscere la nostra storia è fondamentale per evitare che episodi simili possano nuovamente accadere. Ecco perché il mio auspicio è che domani, nelle scuole, ad inizio delle lezioni, venga ricordata questa tragedia nazionale a difesa del senso di appartenenza alla Nazione, costata la vita a migliaia di vittime innocenti”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.