Tempo di lettura: 1 minuto

Accordo Lecce-Bulgaria 2LECCE – Via libera all’intesa tra Lecce e Blagoevgrad. Ieri sera, nella Sala Giunta di Palazzo Carafa, il sindaco Paolo Perrone e il sindaco della città bulgara hanno sottoscritto un accordo di partenariato, grazie al quale le due città si impegnano a cooperare nei settori del governo locale; della pianificazione urbana e territoriale; della sanità, welfare e politiche sociali; dell’ambiente e dello sviluppo locale sostenibile; della cultura e dello sport; dell’educazione e della gioventù; del turismo e delle politiche Smart.

“E’ l’occasione – ha commentato il sindaco Paolo Perrone – per rinsaldare il rapporto di amicizia con una città con la quale abbiamo iniziato un percorso comune sin dal 2006. Peraltro, condividiamo una caratteristica singolare: siamo entrambe in corsa per ambire a diventare Capitale Europea della Cultura 2019. Sono sicuro che questa partnership rafforzerà la nostra candidatura visto che diventa importante anche avere la capacità di tessere relazioni transnazionali. Il nostro auguro è di ricambiare la cortese visita, di realizzare condizioni di crescita grazie a questo accordo e di ritrovarci assieme quali città vincitrici nella corsa per tagliare il traguardo di Capitale della Cultura”.

Un augurio ricambiato anche dal sindaco di Blagoevograd, Azanas Stankev Kambitov: ”Possiamo rafforzare la nostra dimensione europea grazie a questo accordo che rappresentata per noi una sfida e un incentivo a costruire un’alleanza forte e duratura tra le due città. Desidero che le vostre otto utopie legate alla candidatura a Capitale Europea della Cultura possano trasformarsi in una bellissima realtà perché il vostro successo sarà anche il nostro”.

Alla cerimonia erano presenti anche gli assessori Alessandro Delli Noci (Politiche Comunitarie) e Luigi Coclite (Turismo e Marketing Territoriale) e il presidente del Consiglio comunale di Blagoevograd, Radoslav Taskov.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.