Tempo di lettura: 3 minuti
valerio_bertotto1
Valerio Bertotto

(di M.Cassone) – Al “Matusa” di Frosinone l’Under 18 di Lega Pro allenata da Valerio Bertotto affronta in amichevole l’Under 19 della Romania di mister Iovan. Appare subito brillante la squadra italiana che fa del possesso palla la sua qualità migliore, concede poco all’avversario e mette in luce ragazzi veramente interessanti, migliori in campo Spadaro, Guadalupi, Di Prisco, Nardi e Paccagnini.

È proprio di quest’ultimo la prima azione importante dell’incontro; al 7° minuto, l’attaccante azzurro entra in area dal lato destro ed effettua un tiro cross che però finisce fuori dai pali difesi  da Petrariu. I ragazzi di Bertotto continuano ad imprimere ritmo e al 21° Di Prisco va vicino al gol ma il suo fendente è deviato in angolo da Bajan. Gli ospiti prendono coraggio e cercano di far valere la fisicità dovuta anche all’età diversa degli azzurri e tre minuti dopo si affacciano nell’area e Favaro, in modo avventato esce e stende Popadiuc ma per l’arbitro non è calcio di rigore.

Dopo lo spavento gli azzurrini imbastiscono l’azione del gol: Di Prisco lancia a mezz’aria la sfera per Nardi che s’incunea tra le maglie avversarie, sfrutta l’indecisione di Bocsan, e infila il portiere. 1-0 tra la gioia incontenibile e l’entusiasmo di tutti i ragazzi della panchina.

Gli ospiti però riescono a pareggiare le sorti dell’incontro al 40° con Papaduc che entra in area e con un tiro di esterno destro beffardo batte sul primo palo Favaro. Si va al riposo sul risultato di 1-1.

guada 2
Luca Guadalupi tra i migliori in campo

Valzer di sostituzioni all’inizio del secondo tempo; il Leccese Bleve rileva Favaro e Tomanin lascia il posto a Sorato, mentre tra i rumeni esce Stavila ed entra Razdan.

È azzurra la prima vera occasione della seconda frazione di gioco: il “giallorosso” Guadalupi lascia partire dal limite, su suggerimento di Paccagnini, un bolide che si spegne di pochissimo fuori dallo specchio della porta, è il 53° e i ragazzi di Bertotto si dimostrano padroni del campo e vanno vicini al raddoppio con Spadaro al 54° che dai 30 metri spara un missile terra aria che termina a lato.

Ma il calcio è strano, e nonostante la grande mole di gioco e lavoro dei giovani azzurri, è la Romania a passare in vantaggio con un pallonetto imparabile di Radu che in scivolata, telecomanda la sfera sulla testa dell’incolpevole Bleve. 1-2 che odora di beffa per Bertotto e “figli” a pochi minuti dalla fine, è il minuto 86.

Mai domi però i padroni di casa si riversano nella metà avversaria e trovano il pareggio su calcio di rigore al 93°: Dell’Ovo entra in area, Achim lo “abbatte” e per l’arbitro non ci sono dubbi; dal dischetto Dell’Ovo beffa il portiere e regala il pareggio, meritato, alla sua squadra.

Valerio Bertotto ai microfoni di Rai Sport, sorridendo ha affermato: “Sono moderatamente contento, sarebbe stata una beffa perdere questa partita. I ragazzi hanno giocato bene e hanno sviluppato quell’intensità e il possesso palla su cui lavoriamo molto. Sono fiducioso per il futuro”.

 

TABELLINO

 ITALIA LEGA PRO U18 (4-3-3) : Favaro (46° Bleve); Spadaro (78° Fulco), Paris (87° De Buono), Marconi, Barzaghi; Di Prisco (63° Lenzini), Guadalupi, Tomanin (46°Sorato); Zottino (63° Marangi), Paccagnini, Nardi (C) (63°Dell’Ovo).All.: Bertotto.

ROMANIA U19 (4-3-3) : Petrariu; Bajan, Bocșan (66° Dumitrașcu), Balașa (C), Coc Cornel (78′ Achim); Vina, Vasile, Mitrita; Popadiuc (75° Marin R.), Stavila (46°Razdan), Barbuţ (66° Radu). A disp.: Mutiu, Paun. All.: Iovan.

Arbitro: Daniele Martinelli (Italia)

Marcatori: 32° Nardi (I), 40°Popadiuc (R), 86°Radu (R), 93° Dell’Ovo (I)

Ammoniti: 50° Barbut (R)

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.