Tempo di lettura: 3 minuti

Lecce, leccezionale,itLECCE (di Carmen Tommasi) – Audace e concreto. Battagliero e vincente. Attento e grintoso. Queste le caratteristiche del Lecce visto domenica in partita al “Via del Mare” contro il Benevento che ha messo in cassaforte la quinta vittoria di fila, sconfitta che invece è costata la panchina al tecnico dei campani, Guido Carbone. A Miccoli e soci è bastata appena mezz’ora per imporre un secco 2-0 alla squadra ospite grazie alle reti di Amodio e Diniz. Vittoria che poteva essere ancora più netta se Miccoli e Vinetot non avessero sprecato due importanti occasioni da rete. Gli ospiti sono stati poco concreti sotto porta con Perucchini che viene messo in ansia solo da un tiro da lontano di Agyei che si schianta dritto sulla traversa.

PIEDI PER TERRA – Ora il Lecce è terzo in classifica a sei punti dal Frosinone che, nel giorno di riposo del Perugia è primo, ma nonostante la vetta non sia più un miraggio, in casa Lecce si raccomanda e si predica umiltà. O meglio ancora, è “vietato” pensare al primo posto come suggerisce il tecnico giallorosso e come fanno i suoi giocatori. “Il primo posto? Per me questo discorso non esiste: penso solo al Catanzaro. Stiamo facendo ottime cose, ma dobbiamo restare con i piedi per terra. Lo ripeto ancora una volta, non guardiamo al primo posto, né a nessun’altra posizione. Il nostro obiettivo è far bene nella prossima gara, quindi guardiamo soltanto alla trasferta di Catanzaro. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che sono scesi in campo con il giusto atteggiamento e si sono resi protagonisti di una grande gara”, così Franco Lerda nel post match riguardo agli obiettivi in campionato del suo Lecce. Messaggio questo ben memorizzato e anche “ripetuto” da Miccoli e soci.

L’INFERMERIA – Oggi la comitiva giallorossa riprenderà la preparazione al Comunale di Squinzano alle ore 16:30, dopo il lunedì di riposo concesso dal tecnico piemontese alla sua squadra. Giornata in cui lo staff medico leccese, guidato dal dottor Rizzo, dovrà valutare le condizioni di Sacilotto, Martinez e Bellazzini che dovrebbero ritornare tutti e tre a disposizione per la gara di domenica prossima in casa del Catanzaro. Non dovrebbe esserci, invece, nessun problema per Dario D’Ambrosio che contro i campani ha accusato un problema all’adduttore, ma per l’ex Lumezzane, come ha dichiarato il tecnico Lerda a fine gara, si è trattato solo di un lieve fastidio.

GIRONE B – La ventesima giornata del girone B della Lega Pro Prima Divisione è il turno di riposo per il Perugia di Andrea Camplone e il Frosinone vola così al primo posto battendo con un secco 3-0 il Catanzaro, mentre il Pisa ha pareggiato in casa con L’Aquila. Pareggio a reti bianche tra Prato e Barletta. La Salernitana, grazie al successo di rimonta sul Gubbio sale a quota 24 ad un solo punto dall’ultimo posto utile per i play-off, attualmente detenuto dalla coppia Pontedera-Grosseto, anche se il match tra Pontedera e Viareggio non si è disputato per impraticabilità di campo. Un girone questo in cui non è mai dato nulla per scontato e in una stagione senza retrocessioni, ci sarà da lottare fino all’ultima giornata per capire chi si aggiudicherà la promozione diretta e chi dovrà guadagnarsi la serie cadetta tramite l’inferno dei play-off.

CAPITOLO CALCIOMERCATO – Nel frattempo sul fronte mercato sono arrivati i saluti di Benassi (Juve Stabia), Kalombo (Martina Franca), Parfait (Pisa), Bencivenga (Como) e Nunzella (Lanciano), sono con le valigie pronte i due difensori Ferrero (il centrale torinese potrebbe ritornare al San Marino) e Sales (quest’ultimo piace a Cittadella e Crotone in B, e anche alla Virtus Entella capolista del girone A in Prima Divisione). Sul fronte entrate c’è stato il ritorno di Ciccio De Rose che ha ufficializzato il suo arrivo in giallorosso in prestito con diritto di riscatto dalla Reggina, quello in difesa di Abruzzese (un ritorno dopo nove anni e l’esordio domenica contro i campani) e in mediana di Barraco. In entrata, dopo l’arrivo atteso a giorni dal Crotone del portiere Caglioni come vice-Perucchini, il mercato di gennaio dovrebbe essersi chiuso.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.