Tempo di lettura: 2 minuti

Lecce, leccezionale.itLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Lunedì, tempo di bilanci. Ecco il punto sul campionato di Prima Divisione di Lega Pro che mette in archivio anche la 19^ giornata di campionato. Nel Girone B, predomina il “fattore giallorosso“: Lecce, Catanzaro e Benevento, tre società con gli stessi colori sociali, occupano posizioni di rilievo nella graduatoria. Il Lecce prosegue senza fare sconti a nessuno la sua marcia di risalita verso il vertice della classifica. Una scalata impervia ed ancora assai insidiosa, ma la truppa compatta e bellicosa composta da capitan Miccoli e compagni sta dimostrando di potersela giocare fino in fondo per la promozione diretta in serie B. Un’utopia se solo si ripensa all’avvio-choc dei salentini, incappati in 5 sconfitte di fila e fermi al palo mentre le altre compagini portavano a casa punti che oggi si stanno rivelando preziosi per tenere il Lecce a debita (o quasi…) distanza dal vertice.

I valori di questo anomalo torneo sono ormai ben delineati. A far la parte del leone è il Perugia, capace di rifilare al malcapitato Gubbio e per giunta in trasferta ben 5 gol, scatenando la contestazione dei tifosi eugubini a fine match e con la panchina di Bucchi che ora è a rischio esonero. Implacabile il bomber Eusepi, autore di una doppietta, ma il “grifo” domenica prossima sarà spettatore inerme delle contese dovendo osservare il proprio turno di riposo. Un’occasione ghiotta per i salentini che ospiteranno il Benevento, ieri vittorioso 3-2 in rimonta ai danni del Grosseto grazie ad una doppietta dell’esordiente salentino Negro, per portarsi magari a -5 dagli umbri.

Tra l’altro, la prossima giornata vedrà il big match tra il Catanzaro (bloccato sullo 0-0 da un sempre temibile Prato tra le proteste dei locali per un presunto rigore non concesso ai padroni di casa) ed il Frosinone (vittorioso 1-0 grazie a D. Ciofani nell’anticipo di venerdì scorso col Pisa) affrontarsi in uno scontro diretto tra seconda e terza forza del campionato. In caso di successo e di un concomitante pareggio o sconfitta dei calabresi, il Lecce si sbarazzerebbe della coabitazione sul terzo gradino del podio con i catanzaresi e si proporrebbe quale serissima minaccia per perugini e ciociari.

Tra gli altri risultati registrati, merita un cenno il primo successo interno stagionale (1-0) del Barletta su rigore ai danni di un Ascoli ancora tramortito dalle vicende extracalcistiche che interessano la società, pieno di assenze per squalifiche o infortuni e col quarto punto di penalità inflitto dalla Commissione Disciplinare in settimana ai marchigiani sul groppone. Anche la “martoriata” Nocerina, finita ancora una volta sulle prime pagine dei giornali per situazioni che interessano il penale e non certo lo sport con l’arresto del proprio presidente, si toglie lo sfizio di superare 1-0 il Viareggio di Cristiano Lucarelli, a cui lascia solo l’effimero reclamo per due traverse colpite. Infine, la Paganese, comunque capace di pareggiare 1-1 in quel di Pontedera, rimane fanalino di coda del campionato.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.