Tempo di lettura: 2 minuti

fazzoletti carta raffreddoreLECCE – “La salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo passa anche dai comportamenti e dalle azioni che compiamo quotidianamente”. E’ quanto afferma l’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce, Andrea Guido, che stigmatizza il comportamento di alcuni cittadini in riferimento all’utilizzo dei fazzoletti di carta.

Il fazzoletto di stoffa è poco igienico perché viene utilizzato per più di una volta ed è esposto a germi e contaminazioni. Poi va lavato e per il lavaggio si impiegano saponi che vanno ad accrescere l’inquinamento, con buona pace di chi invece accusa gli altri di essere inquinanti. Il fazzoletto di carta, invece, è monouso e prevede una molteplicità di impieghi, è comodo da portare ed è comunque morbido se prodotto da una buona azienda. E’ vero però che anch’esso inquina, a meno che non sia realizzato in pura cellulosa e, in quanto tale, non sia completamente biodegradabile, il che annullerebbe il problema. Ma il fatto che molta gente sia incivile e tenda a buttare il fazzoletto in terra dopo l’uso ha fatto di esso una vera e propria “calamità” per i centri urbani. E Lecce, a detta di Guido, non è da meno.

“La problematica attiene all’educazione, non certo al prodotto – ha commentato l’assessore – che non può e non deve essere additato perché contribuisce al disordine e alla sporcizia nelle strade. Se poi aggiungiamo anche il fatto che ogni fazzoletto, specie in questo periodo, può essere ricettacolo di germi e batteri influenzali che proliferano ad un ritmo impressionante, e che possono essere pericolosissimi per categorie particolarmente vulnerabili come bambini e anziani, potremmo ben comprendere il danno che deriva dall’abbandono in strada del fazzoletto usato”.

“Gettare per strada, nel mare o su un prato qualsiasi tipo di rifiuto produce in ogni caso dei disagi o dei danni veri e propri – ha concluso Guido – quelli che possono sembrare solo distratti gesti d’inciviltà o di poca attenzione verso l’ambiente circostante, contribuiscono in qualche modo all’inquinamento di acqua, terra ed aria. Per meglio comprendere gli effetti prodotti sull’ambiente che ci circonda dall’incauto abbandono dei rifiuti, basterebbe considerare i tempi in cui si degrada, sporcando e contaminando, ogni oggetto d’uso comune”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.