Tempo di lettura: 2 minuti

cachi 1LECCE (di Massimiliano Cassone)- La vita è bella perché è varia. A questo punto, però, ci sembra quasi… avariata.

Ieri sera, la famiglia Tesoro ha fatto sapere di aver preparato un dossier (con tutti i torti arbitrali subiti, in particolar modo quelli di Frosinone) e che lo avrebbe presentato alla Procura Federale ed all’AIA. Un fulmine a ciel sereno per la Lega Pro.

Oggi, dal Palazzo, rispondono in modo forte e chiaro: al signor Rosario Abisso è stata affidata la gara clou della prossima giornata, Salernitana-Perugia. E già, un arbitro bravo si premia… è giusto. Dopo le dichiarazioni di Diniz ed il festival degli errori-orrori in Frosinone-Lecce, è giusto che il signor Abisso venga gratificato; non è da escludere a questo punto la promozione per il fischietto palermitano nelle serie più alte del “pallone”. Sì certo, siamo nel “pallone”. Che tristezza… L’Italia, la terra della meritocrazia, aggiunge l’ennesima postilla su una mentalità mediocre.

Non vogliamo condannare a priori il fischietto palermitano, ma il buonsenso avrebbe voluto che il giovane fosse messo a riposo almeno fino a quando non fosse stata fatta chiarezza su quella frase, diciamo, un po’ sopra le righe, detta a Ciofani: “Tranquillo, ti fidi di me?” …dopo qualche minuto l’invenzione più originale dell’anno: un calcio di rigore per un fallo, subito e non fatto dal difensore leccese, fuori area. Il Lecce si è esposto, ha parlato, ha protestato, ha alzato la voce ed ora? Nell’editoriale di ieri scrivevamo: “Ieri, oggi… e domani?”, quel domani è oggi ed i nostri sospetti erano quelli di raccogliere tanti bei cachi nella terra dei cachi. E abbiamo fatto la scorpacciata di questo frutto se pensiamo che Lecce-Pisa sarà diretta dall’altro arbitro che i salentini non desideravano avere più e cioè Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata, vale a dire colui che contro il Barletta penalizzò il Lecce.

Ora cosa deve aspettarsi l’U.S. Lecce? I deferimenti per Diniz, Miccoli e Lerda?… Le squalifiche? Cosa s’inventeranno per tenere legati al palo di questa assurda categoria i giallorossi? Staremo a vedere; a questo punto, siamo tutti curiosi di capire dove può arrivare la fantasia di chi “comanda”. Vorremo chiudere con un appello ai piani alti: “Non lamentatevi se gli stadi si svuotano… Andrà sempre peggio, perché questo calcio è brutto”.

Per ora complimenti a tutti… la torta di cachi è pronta. Buon appetito da Lecce e dai leccesi.

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.