Tempo di lettura: 1 minuto

Tesoro, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Si gode i sette risultati utili di fila del suo Lecce, è dispiaciuto per la sosta forzata di ieri contro la Nocerina e sorride per i progressi del settore giovanile giallorosso. Il diesse Antonio Tesoro alla domanda secca su quanto fosse soddisfatto per i risultati positivi ottenuti durante lo scorso weekend da parte di tutte le formazioni del “vivaio” salentino (LEGGI QUI) risponde così: “Naturalmente sono  contento per le vittorie conquistate da parte di tutti i nostri ragazzi – esordisce il direttore sportivo del Lecce -, anche se in queste categorie non è il risultato quello che conta, ma il lavoro fatto e  la crescita dei calciatori. Ciò che conta è che i nostri baby ragazzi riescano a mettersi in mostra, migliorarsi e a fare bene”.

Dopo tutte le critiche estive per le numerose cessioni degli elementi della Berretti dello scorso anno arrivano i primi successi dei “suoi” piccoli giallorossi: “Di Mariano l’unico a essere stato ceduto a titolo definitivo? Si e lo abbiamo detto più volte, anche perché non potevamo nemmeno trattenerlo e lo avremmo, comunque, perso il prossimo anno. Questo vale per lui, ma anche per il resto dei ragazzi dello scorso anno, perché non li avremmo potuti trattenere in eterno nella Berretti, già siamo stati bravi a farlo per lo scorso campionato. Anche perché quando hai elementi che vengono richiesti da squadre come la Berretti del Napoli, Milan e Genoa poi entrano in gioco tanti altri fattori. In virtù di questo, abbiamo optato per lo più per le formule del prestito con diritto di riscatto. Poi, con noi c’è anche Matteo Lauriola (il responsabile del settore giovanile dell’U.S. Lecce, ndr) che è una nostra scelta e siamo contenti, naturalmente, del suo operato”, conclude soddisfatto Tesoro junior.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.