Tempo di lettura: 2 minuti
1379623_476320152465279_1357337437_n
Matteo Lauriola, Responsabile settore giovanile U.S. Lecce

LECCE (di Massimiliano Cassone) – Il settore giovanile del Lecce che ad inizio stagione era finito sotto la lente d’ingrandimento della critica per esser stato “smembrato” fino al cuore relativamente alla Berretti dell’anno scorso, continua invece a mietere soddisfazioni.

Coordinato da Matteo Lauriola a capo di tantissimi professionisti tra cui Monaco, Diamante, Dell’Anna e Pasculli solo per citarne alcuni, oggi ha ricevuto l’ennesima soddisfazione: i ragazzi classe ’99 Simone Bolognese (difensore), Gianmarco Giglio (difensore), Lorenzo Lerario (portiere) e Gabriele Mosca (attaccante) sono stati convocati dal Tecnico Federale Antonio Rocca nella Nazionale Under 15, per uno stage a Città Sant’Angelo (Pescara), il prossimo 13 novembre presso il Centro Sportivo “A. De Cecco” – Poggio degli Ulivi.

Dopo la partecipazione a Sorrento lo scorso 2 novembre nell’Under 18 di Marco Fersini, Luca Guadalupi, Gianmarco Monaco ed Andrea Cicerello, oggi è la volta dei ragazzi di 14 anni. Questi riconoscimenti sono la leva che permetterà anche ai loro compagni di dare il massimo per ottenere o cercare di raggiungere lo stesso obiettivo. Il fascino della maglia azzurra ammalia a tutte le età e, per un calciatore, non c’è soddisfazione più grande del vestire la maglia della propria rappresentativa Nazionale, perché il concetto principale è che bisogna essere bravi per arrivare lì.

Il calcio genera centomila domande, favorisce supposizioni e la fioritura di mille dubbi, ma la risposta è sempre e solamente una: quella che dà inesorabilmente il campo.

IMG_0338
Mister Pasculli, allenatore Berretti

In questo caso, più che in altri, il rettangolo di gioco giallorosso più che di verde, si tinge… d’azzurro. Un arcobaleno di colori in una frase: verde come l’età dei ragazzi, giallo come il sole che illumina e scalda il Salento, rosso come il cuore della gente del Sud che accoglie ed ama, azzurro come il cielo dove la bandiera del Lecce sventola in alto, nelle Nazionali di categoria, nonostante la “sfortuna” subita di retrocedere in Lega Pro. Ed è anche così che si scappa da questa categoria, si inizia a volare sulle ali dell’entusiasmo dei bambini, dei ragazzi e dei giovani che insegnano un po’ a tutti (o almeno si spera così accada) che sognare si può e si deve…

Intanto, qualcuno di loro sogna già la convocazione in prima squadra, così com’è già accaduto ai vari Monaco, Chironi, Versienti, Montinaro, Risolo, Cicerello e Guadalupi. Senza dimenticare mai che Bleve ha appena 18 anni e si alterna nella “prima” porta con Perucchini (miglior portiere di Lega Pro lo scorso anno).

Anche queste sono soddisfazioni; questi sono segnali di una giostra che funziona con ingranaggi oliati dalla volontà di fare bene. Continua così il caldo Autunno salentino, mentre le foglie cadono i giovani salgono sulla vetta dei propri desideri. E se son rose fioriranno…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.