Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Lo “spettacolo” offerto dal derby contro il Foggia, tornato in scena al “Via del Mare” dopo 20 anni di assenza, non ha certo entusiasmato i 536 paganti che hanno assistito infreddoliti alla partita. Il Lecce incassa il passaggio del turno ed una piccola iniezione di fiducia in proiezione campionato, dove domenica lo attende un altro derby, col Barletta.

1. BLEVE: Attento  e reattivo tra i pali, ha la lucidità di smanacciare una palla che era rimbalzata sul palo della sua porta e che gli avversari mandano poi sul fondo incredibilmente. Dirige a gran voce la difesa e si disimpegna senza troppi affanni. Voto: 6

2. D’AMBROSIO: Spinge con continuità sulla sua fascia di competenza e si fa apprezzare anche per un paio di interventi a spazzare l’area di rigore. Voto: 6.5

3. NUNZELLA: Qualche sbavatura segna la sua prova in negativo. Dimostra di non essere ancora quell’esterno di difesa che l’anno scorso tanto bene ha fatto con la Paganese. Voto: 5

4. SACILOTTO: Esordio da titolare nel Lecce per il brasiliano ultimo arrivato in rosa. Dirige le manovre a centrocampo con lucidità finché la condizione lo sorregge, ma non ha ancora i 90′ nelle gambe. Voto: 6

5. VINETOT: Lerda gli assegna la fascia da capitano per rinfrancarlo da un avvio di stagione da incubo. Nel primo tempo non dispiace, nella ripresa palesa invece qualche incertezza che rischia di risultare fatale e che solo la scarsa vena realizzativa dei dauni non punisce. Voto: 5

6. FERRERO: Non convince del tutto neppure stasera. Le maglie della retroguardia giallorossa si aprono pericolosamente in troppe circostanze quando lui e Vinetot non trovano le giuste misure per chiudere le punte foggiane. Voto: 5

7. MELARA: Soffre ancora a trovare ritmo, posizione e condizione dei giorni migliori. Arranca e sbaglia ancora troppi palloni, ma ha bisogno di mettere minuti nelle gambe e mister Lerda lo lascia in campo per tutto l’incontro. Voto: 5

8. MONACO: Esordio con assist per il 17enne giovanotto di belle speranze in maglia giallorossa. Un solo tempo in campo a causa di una botta che lo toglie dal match ma una gara più che promettente. Voto: 6.5

(dal 46′) SALVI: entra in campo per dare ordine e contenere le folate avversarie. Senza infamia e senza lode il suo apporto. Voto: 6

9. ZIGONI: Non incide neppure stasera in una partita che è vero non abbia offerto spunti degni di nota e occasioni da gol col contagocce, ma appare troppo nervoso e incapace di pungere come dovrebbe fare un attaccante. Voto: 5

10. BERETTA: Ha il merito di segnare il gol-vittoria del Lecce nel derby, inoltre si propone con continuità e cerca di aprire il gioco per i compagni. Poco assistito dal compagno di reparto, sfiora in apertura la marcatura ma si rifà poco dopo. Voto: 6.5

(dal 66′) BELLAZZINI: Mezz’ora di gioco per lui in cui cercare di rendersi pericoloso e innescare Zigoni. Gli riesce solo la prima missione. Voto: 6

11. DOUMBIA: Corre come un missile sulla sua fascia e crea un paio di ripartenze micidiali solo potenzialmente. Si perde, infatti, proprio sul più bello, ossia al momento di concludere in porta o di servire i compagni. Voto: 6

All. LERDA: Voleva una vittoria ed è stato accontentato ma la condizione psicofisica non è ancora e logicamente certamente delle migliori. In settimana dovrebbe recuperare alcuni infortunati che, oggi come oggi, servono a questo Lecce come il pane per cercare di svoltare in campionato e non essere bello solo di notte. In rampa di lancio ha Papini e Bogliacino che scalpitano e un Miccoli pronto a tornare a fare il fenomeno lì davanti. Voto: 6

Commenti

1 commento

  1. Vincere squadre molto inferiori livelli di professionalità … o avrebbe bisogno di un allenatore … Anche Stevie Wonder avrebbe vinto questi giochi.
    Santhia – Serie D (3-0 a causa del cartellino rosso mostrato decisioni strane male l’allenatore della squadra avversaria)
    Ternana – Serie B (2-2 Febbraio) 7 partite, 1 vittoria, 2 pareggi, 4 sconfitte. Classificato 20 de 22 possibile.
    Foggia – Lega Pro 2 – 5 partite, 0 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte. Classificato 17 de 18 possibile.

    Ricordate che è il seguente Lecce negli ultimi 30 anni
    15 stagioni in Serie A
    13 stagioni in Serie B
    2 Stagioni in Serie C

    Questa è la cultura e il modo di essere …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.