Tempo di lettura: 1 minuto

A freddo e senza scampo. Gian Mario Ruggeri, 44 anni, detto Jimmy, fratello dell’ex presidente dell’Atalanta Ivan, è  stato ucciso con più colpi di pistola. L’uomo in passato aveva avuto qualche problema con la giustizia, perchè coinvolto con altri 14 imprenditori in un presunto giro di false fatturazioni nel 2000. L’omicidio è stato compiuto poco dopo le 9, Ruggeri è morto all’istante.

SENZA SCAMPO – Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri e il pubblico ministero Carmen Pugliese. Secondo le prime informazioni Ruggeri sarebbe stato avvicinato nei pressi dell’ingresso della palestra da due uomini in moto, entrambi con il casco. I colpi di pistola, ravvicinati, non gli hanno dato scampo.

LUTTO NEL CALCIO “Avevo conosciuto Gian Mario ai tempi della mia prima esperienza a Bergamo: ci seguiva sempre in trasferta, era molto vicino alla squadra”. Lo ha dichiarato l’allenatore dell’ Atalanta Stefano Colantuono, che ha saputo dell’omicidio di Gian Mario Ruggeri, fratello dell’ex presidente atalantino Ivan, mentre allenava la squadra nerazzurra in vista della sfida con l’Udinese. “Mi hanno detto quello che è successo  -ha aggiunto- Sono scosso e dispiaciuto, porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia Ruggeri”.

Foto: fonte web.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.