Tempo di lettura: 1 minuto

“Per noi è tutto regolare e si giocherà il prossimo weekend come da calendario. È l’Aic che ha deciso che non si partirà con la prima giornata, non è una decisione della Lega Pro”: così il Direttore generale della Lega Pro Francesco Ghirelli, interpellato telefonicamente dalla redazione de leccezionale.it sulla decisione dell’Assocalciatori di non scendere in campo il prossimo fine settimana per la prima giornata di campionato di Prima e Seconda Divisione. Una decisione che arriva in seguito al “mancato accordo con la Lega Pro sui criteri distributivi delle risorse collegate all’utilizzo dei giovani”.

Direttore, se lei fosse un calciatore di 24 anni come si sentirebbe?
“Mi sentirei che se avessi le capacità tecniche e la grinta giusta proverei a giocare invece se mi rendessi conto di non avere un carattere forte e le caratteristiche tecniche non adeguate mi impegnerei a studiare e lavorare per avere a 30 anni un futuro”.

A suo parere, qual è la strategia per far convergere le esigenze della Lega Pro e quelle dell’Assocalciatori?
“Bisogna capire che nel calcio è necessario ridurre i costi, perché si spende troppo: è fondamentale tirare la cinghia e se l’Aic non capisce questo, rovina il giocattolo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.