Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Angelo Bencivenga, il 22enne arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Parma, terzino destro nato a Villaricca (Na), l’anno scorso in forza prima al Vercelli (13 presenze) e poi alla Ternana da Gennaio, dove ha collezionato 6 presenze ed un gol, è stato presentato alla Stampa. Domenica incontrerà la sua ex squadra, la Ternana, nel secondo turno di TIM Cup. Si è mostrato felice, sereno e raggiante di aver raggiunto Lecce e il Lecce, una città importante ed una squadra dal blasone considerevole. Queste le sue dichiarazioni:

«Perché ho scelto il Lecce? (sorride) Lecce è una città da serie A. Quando mi hanno detto che il Lecce era interessato a me non ho avuto dubbi».

Sull’esordio con gol contro il Santhià ha sottolineato che: «Domenica sera è stata una partita positiva; non solo per il mio gol, che è una grande soddisfazione personale, ma soprattutto perché era importante iniziare bene davanti ai propri tifosi».

Lui gioca prevalentemente a destra, sia come terzino destro, che come laterale avanzato: «Il mio ruolo è terzino, però gioco bene anche a centrocampo. Vista la mia struttura fisica, la mia altezza (sorride ancora, è alto 167 cm.), è fondamentale trovare la giusta forma, perché la mia peculiarità è la corsa, la velocità, gli inserimenti. Devo correre e basta, migliorare giorno dopo giorno, visto che devo partecipare alle due fasi di gioco, sia difensiva, che offensiva».

Sul suo tipo di gioco e sui nuovi compagni, con una simpatia innata che lo contraddistingue ha concluso:«Gli inserimenti in avanti sono una mia caratteristica, quando hai la fortuna di giocare con gente come Miccoli e Bogliacino non devi nemmeno pensare a guardare la palla, ma solo a fare i movimenti giusti e ti trovi nella condizione di fare bene».

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.