Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – L’amore di Ferzan Ozpetek per Lecce è ormai palese; dopo “Mine vaganti” (2010), il regista turco è tornato nel Salento e ha girato le riprese del suo nuovo film tra Lecce e l’oasi di Torre Guaceto, nove settimane di riprese iniziate il 13 maggio.

Tutto ha inizio proprio da quei gradini dell’ex Convitto Palmieri, dove nel precedente film i due fratelli omosessuali si scambiavano le confidenze più intime. Questa volta Ozpetek, amante del verismo esasperato, crea una nuova storia d’amore, questa volta tra un uomo e una donna. Il genio turco ci tiene a intrecciare i vari tipi d’amore, ad esempio le amicizie intime e forti che sono, senza nessun dubbio, una forma d’amore.

Guida lo spettatore in un labirinto creato intorno al desiderio del sentimento più forte e alle frustrazioni sentimentali. L’unica via d’uscita emozionale è la voglia di tenerezza che sconvolge le vite dei protagonisti. Nel cast Kasia Smutniak, Francesco Arca, Carolina Crescentini, Francesco Scianna, Filippo Scicchitano, Paola Minaccioni, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri, Carla Signoris e Giulia Michelini e tante altre comparse del posto, com’è solito fare, per dare un tocco personale alla storia. Le aspettative verso questo nuovo lavoro sono tantissime e certamente non deluderà le attese.

Lecce ha coccolato gli attori e la troupe intera e tra le vie del centro storico ancora una volta si è vissuta la favola moderna dell’amore secondo il maestro Ferzan Ozpetek. Coprodotto dalla R&C Produzioni e dalla Faros Film, il film è stato finanziato da Apulia Film Commission con un contributo di 268.964,92 euro, la cui ricaduta sul territorio sarà secondo le stime di 1.334.824 euro. Il titolo del film sembra un consiglio: “Allacciate le cinture“.

Commenti

1 commento

Rispondi a Il "Rosso Istanbul" di Ozpetek - Leccezionale Salento - Lecce Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.