Tempo di lettura: 1 minuto

ROMA – Governo (Ministro degli Affari regionali Gelmini, la Sottosegretaria allo Sport Vezzali, il Ministro della Salute Speranza) e Regioni hanno messo a punto il nuovo protocollo sulla Serie A e gli altri sport di squadra in materia di Covid che ora sarà trasmesso al Cts. Il principale punto è lo stop alle squadre che abbiano più del 35% di positivi in rosa. Il protocollo è stato messo a punto per evitare diversità di valutazione tra le diverse Asl in modo da avere un unico strumento valido per tutti gli sport di squadra. Inoltre, è previsto l’isolamento per i positivi e test continui per 5 giorni per i contatti ad alto rischio, con obbligo di indossare la mascherina FFP2 se non si effettua attività sportiva, indipendentemente dallo stato vaccinale. Per i contatti a basso rischio valgono le indicazioni ministeriali, anche in relazione allo stato vaccinale. Nel testo redatto si punta l’attenzione anche sulla necessità di utilizzare tamponi nel rispetto dei criteri definiti dal Ministero della Salute.

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha commentato così l’approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni del protocollo con le nuove regole Covid: “È un risultato di cui siamo molto soddisfatti. È frutto dell’ottimo lavoro svolto con le tutte istituzioni, in particolare con il Governo, una collaborazione in cui da sempre si riconosce la nostra Federazione. Il calcio ha bisogno di dialogo, di regole chiare e di responsabilità e il nuovo protocollo nasce su queste basi. Auspico che anche il CTS riconosca l’impegno e gli sforzi quotidiani del nostro movimento per la tutela della salute”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.