Tempo di lettura: 1 minuto

MONZA – Con una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale il Monza ha ufficializzato la scelta di non convocare per la trasferta di domani a Salerno gli 8 calciatori che lunedì si sono recati al casinò di Lugano (Svizzera) e che sono finiti al centro di un polverone per il mancato rispetto del protocollo anti-Covid. All’Arechi mister Brocchi non potrà dunque contare su Anastasio, Armellino, Barillà, Bellusci, Bettella, Boateng, Donati e Gytkjaer. Questo il testo: “L’A.C. Monza comunica che le ATS Brianza e Milano hanno disposto l’isolamento attivo degli 8 calciatori, peraltro tutti negativi al tampone, di cui la stampa ha scritto. Per conseguenza, essi ben potrebbero prender parte alla partita Salernitana-Monza dell’1 maggio 2021, ma così non sarà per esclusivi motivi tecnici, dovuti a deficit di preparazione atletica, non avendo avuto la possibilità di allenarsi a partire dal 27 aprile“.

Intanto, i protagonisti della vicenda hanno chiesto scusa ai propri tifosi attraverso un altro comunicato: “Per prima cosa vogliamo chiedere scusa per quanto è successo in queste ore. Ci dispiace immensamente di non poter far parte della partita, ma siamo convinti che i nostri compagni daranno il massimo come sempre è stato fatto da ogni singolo tesserato del Monza. Si è trattato di una ragazzata e la nostra speranza è che sia presa come tale. Onestamente non credevamo di commettere niente che potesse andare a danneggiare i tifosi, la società, lo staff tecnico e i nostri compagni. Ognuno di noi purtroppo ha sottovalutato le implicazioni, altrimenti avremmo senz’altro preso in considerazione un altro modo per passare un paio d’ore di svago pomeridiano. Lotteremo insieme come sempre abbiamo fatto! Armando Anastasio, Marco Armellino, Antonino Barillà, Giuseppe Bellusci, Davide Bettella, Kevin-Prince Boateng, Giulio Donati, Christian Gytkjaer”.

Commenti