Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Manca meno di un mese per sentire accendere i motori alla 53ª edizione del Rally del Salento, prevista per il 21 e 22 maggio lungo le affascinanti e scenografiche arterie asfaltate del Capo di Leuca. La manifestazione che gode del patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comitato Regionale del CONI, è nel pieno della fase preparatoria con le iscrizioni aperte fino a mercoledì 12 maggio e si appresta a scrivere nuove pagine di storia sportiva. Tutto lo staff organizzativo coordinato da Automobile Club Lecce sta lavorando alacremente per garantire una manifestazione di alto livello sotto ogni aspetto: professionalità, sicurezza ed accoglienza sono tre temi fondamentali che gli organizzatori hanno sempre curato nei minimi dettagli.

Ma l’evento, che vedrà al via le vetture moderne e (col 3° Rally Storico del Salento) parallelamente le sempre emozionanti auto storiche, con il loro carico di fascino del passato, non rappresenta solo un momento di sport ad alto livello. La scelta del percorso non è mai fine a se stessa ma sempre frutto di una valutazione attenta affinché all’aspetto agonistico si coniughi l’occasione di sfruttare la trasferta per accrescere la conoscenza del territorio e delle sue attrattive rurali, paesaggistiche, storiche e architettoniche.

Accanto alla validità per il Campionato Italiano Wrc, serie tricolore riservata a coloro che amano le sfide con le vetture World Rally Car e non solo e alla Coppa Rally ACISport di Settima Zona, la prestigiosa competizione automobilistica pugliese celebra il ritorno, a distanza di 12 anni, della titolarità internazionale in quanto prova del CEZ, acronimo della Central European Zone (Campionato del Centro Europa) che la FIA, la Federazione Automobilistica Internazionale ha creato 25 anni fa per accelerare il processo di integrazione e di assimilazione dei paesi dell’Est europeo all’area centrale.

Titolazioni che assicurano, oltre alla massiccia risposta dei piloti locali, anche la presenza di equipaggi stranieri, per i quali sono state previste importanti agevolazioni che prevedono lo sconto del 50% dell’importo della tassa d’iscrizione e l’ospitalità gratuita per tre giorni per pilota e navigatore. Un notevole incentivo in un momento particolare per l’economia e quindi anche per il motorsport che va a conferire ancor più valore all’evento sportivo.

Sempre per quanto riguarda il FIA-CEZ (tutte le info su www.cez-motorsport.com), è importante precisare che il campionato è articolato su quindici appuntamenti distribuiti su dieci nazioni e che ai fini dell’inserimento dei concorrenti in classifica, è necessaria la partecipazione ad almeno una gara estera rispetto alla nazione di residenza. Va inoltre ricordato che a differenza dei concorrenti titolari di licenza ACI Sport, i parigrado con licenza straniera non possono utilizzare per l’iscrizione la procedura online attiva attraverso l’accesso all’area riservata del portale federale www.acisport.it; devono invece spedire via e-mail tutti i documenti richiesti, opportunamente compilati e disponibili sul sito internet della manifestazione che risponde all’indirizzo www.rallydelsalento.eu.

Commenti