Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Ha scelto il 42 come numero di maglia per la sua nuova avventura professionale in Italia perché sommato dà 6, il suo numero preferito, ma già sulle spalle di Meccariello. Morten Hjulmand, 21enne centrocampista danese acquistato dal Lecce nei giorni scorsi, è stato presentato ufficialmente oggi pomeriggio in conferenza stampa da Pantaleo Corvino, responsabile dell’Area Tecnica della società giallorossa. Un classe 1999, ma che può già vantare un certo bagaglio di esperienza. Un arrivo, il primo di questa sessione, che rappresenta un investimento per il futuro.

Biondo, con una faccia pulita, un sorriso spontaneo e contagioso, Hjulmand ha affermato di seguire il calcio italiano di Serie A e Serie B, ma anche la Nazionale e le Coppe Europee. Ha visto la vittoria dei suoi nuovi compagni di sabato contro la Reggina in cui il Lecce ha proposto un buon gioco difensivo che ha portato ad un importante successo vista l’inferiorità numerica. Tatticamente, nel 4-3-1-2 di mister Corini può giocare sia da centrale di centrocampo, ruolo in cui si trova meglio, ma anche da mezzala utile in entrambe le fasi. Per la posizione in campo si ispira a Pirlo quando giocava da play nella Juventus. A convincerlo ad accettare l’offerta del Lecce è stato il progetto ambizioso della società salentina che ha deciso di puntare su di lui con accordo pluriennale (4 anni di contratto più opzione di rinnovo per un’altra stagione).

Queste le dichiarazioni integrali del dirigente e del calciatore pubblicate sul canale YouTube dell’U.S. Lecce:

Commenti