Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – Ultimo test precampionato per il Lecce di mister Eugenio Corini che allo stadio “Via del Mare” ha ospitato i Nardò e Fasano, due formazioni che militano in Serie D. Nella prima gara il tecnico dei salentini ha schierato un Lecce con Zuta all’esordio con i nuovi compagni. L’ex Hacken è stato posizionato sulla fascia destra, con Calderoni a manovrare sull’out opposto. Lucioni e Meccariello a copertura di Gabriel. A centrocampo Petriccione è stato confermato play, supportato da Majer ed Henderson. Tridente d’attacco con Coda centrale, Listkowski sulla sinistra e Falco a destra.

LA CRONACA- Nel primo tempo si segnalano una bella azione sulla destra di Coda che scodella a centro area per l’accorrente Listkowski che non impatta per questione di centimetri. Il Nardò risponde poco dopo con una bella punizione dai 25 metri di Scialpi che Gabriel devia in angolo tuffandosi nell’angolo alla sua destra. Su calcio da fermo è poi Lucioni ad impegnare l’estremo neretino che respinge d’istinto un’inzuccata destinata all’incrocio dei pali. Prima del cooling break, Coda colpisce il palo dopo un dribbling stretto sul marcatore a Centonze battuto. Tocca ancora a Scialpi tentare la fortuna con una botta da fuori area che si spegne alta oltre la traversa della porta leccese. A spaventare un Gabriel battuto poco dopo la mezz’ora è Zappacosta che calcia forte dal limite dell’area con la sfera che sibila di poco alta sulla traversa. Il pericolo sveglia il Lecce che al 40′ passa in vantaggio dopo uno slalom di Falco tra i difensori avversari e la conclusione destinata all’angolo deviata di piede da Centonze che però serve l’accorrente Majer che appoggia in rete appostato sul secondo palo.

Nel secondo tempo le due squadre mantengono pressoché l’assetto della prima frazione. Il Nardò cambia il portiere Centonze con Mirarco. È Zuta al 4′ che impegna subito il neo-entrato con una conclusione da fuori area che però è debole e finisce tra le braccia del portiere granata. Al 7′ una bomba di Listkowski scheggia la traversa. Il raddoppio giallorosso porta la firma dello stesso nazionale polacco che beffa Mirarco con un tocco che il portiere non blocca e che si insacca lemme, lemme. Poco dopo è Calderoni ad andare vicino alla terza marcatura con un tiro spiovente che sfiora il secondo palo. Tra il 24′ ed il 27′ sono ancora il centrocampista ex Pogon Stettino e Falco ad andare vicini alla rete, ma la loro mira non è ottimale. Mister Danucci, tecnico del Nardò, manda in rapida successione nella mischia Marulli, Raia, Piscopiello, Valzano, Angelini, Dubickas, Lamacchia e Cuomo. Anche Corini, a 10′ dal termine, schiera tutta la panchina composta da baby. Restano in campo i soli Meccariello, Calderoni e Petriccione. Al 47′ è di Pescicolo l’ultima conclusione verso la porta del Nardò in un incontro che si chiude così con la vittoria dei padroni di casa per 2-0.

TOP & FLOP- Qualche indicazione positiva il Lecce la offre al suo allenatore, come la mobilità di Zuta, la voglia di fare di Listkowski, lo spirito di sacrificio di Coda, la buona verve di Falco e la grinta di Lucioni e Majer. Da rivedere invece Petriccione (apparso un po’ troppo nervoso) ed Henderson apparsi in ritardo di condizione.

Il Tabellino di Lecce-Nardò 2-0:

Lecce (4-3-3): Gabriel 6,5 (35’st Viola S.V.), Zuta 6,5 (35’st Pierno S.V.), Lucioni 6,5 (35’st Medico S.V.), Meccariello 6, Calderoni 6, Petriccione 5,5, Henderson 5,5 (35’st Schirone S.V.), Majer 6 (35’st Travaglini S.V.), Falco 6,5 (35’st Macrì S.V.), Listkowski 7 (35’st Pescicolo S.V.), Coda 6 (35’st Oltremarini S.V.). Allenatore: Corini 6

Nardò (4-3-1-2): Centonze (46′ Mirarco), Palazzo (20’st Marulli), Spagnolo (20’st Piscopiello), Scialpi (24’st Raia), Trinchera, De Giorgi (33’st Miccoli), Zappacosta (20’st Lamacchia), Cancelli (30’st Dubickas), Semao Granado (30’st Cuomo), Mengoli (30’st Valzano), Caputo (30’st Lauretti). A disposizione: Marulli, Raia, Piscopiello, Valzano, Angelini, Dubickas, Lamacchia, Cuomo, Lauretti, Miccoli. Allenatore: Danucci

Marcatori: 40′ Majer (L), 58′ Majer

Commenti