Tempo di lettura: 1 minuto

ROMA – Il Ministro Roberto Speranza ha parlato del cosiddetto decreto Agosto che contiene anche le decisioni del Governo riguardo il ritorno degli spettatori negli stadi, per ora chiusi vista la pandemia da Covid-19. Ancora niente da fare in tal senso, col Ministro della Salute che dice ancora no alla riapertura degli impianti sportivi italiani.

I supporters dovranno dunque continuare inizialmente a guardare da casa le gare almeno fino a settembre, mese in cui si ripartiranno i campionati di calcio, con le società che fanno affidamento nell’attesa che da Speranza arrivi la fumata bianca. Il decreto parla sostanzialmente di impossibilità nel contenere gli ingressi nelle strutture e di mancanza di opzioni per far entrare ben distanziati i tifosi.

Anche le discoteche rimarranno chiuse, ma per tutto l’autunno. Pietra tombale sui locali che già vivevano una situazione assai difficile, mentre prenderanno regolarmente il via le scuole nonostante i timori per i possibili contagi ed una seconda ondata.

La domanda sorge dunque spontanea: tornerà il pubblico a seguire dal vivo i match di calcio? la risposta è che, senza un vaccino, sarà davvero dura rivedere i fan sugli spalti come prima era consueto, ma che oggi sembra davvero un periodo tanto lontano…

Commenti