Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Sempre rovente il tema della sesta e ultima rata stagionale che Sky e DAZN devono ancora versare alla Lega di Serie A come pattuito dalla suddivisione dei diritti televisivi con i due broadcaster.

Lo stop all’attività agonistica per la pandemia da coronavirus e la relativa mancata trasmissione delle partite via satellite e sulla piattaforma online che da quest’anno si è assicurata la messa in onda di alcuni match ha fatto sì che la questione resti al momento di difficile soluzione. Per tal ragione dagli uffici di Via Rossellini a Milano è partita una lettera ingiuntiva alle pay-tv in cui si intima il pagamento dei 130 milioni di Euro previsti dai contratti collettivi in essere.

Commenti