Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Passano i giorni e le manovre in entrata ed in uscita del Lecce sono ancora ferme agli arrivi di Donati e Deiola ed alla partenza di La Mantia. Secondo l’esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio il club di via Costadura è concentrato a rinforzare la difesa ed il centrocampo.

In tal senso i nomi che circolano sono sempre gli stessi. Per la retroguardia si cerca di chiudere col Torino per Koffi Djidji (27 anni) anche se il centrale negli ultimi tempi è tornato a giocare con una certa continuità con i granata di Mazzarri. L’obiettivo è portare in giallorosso calciatori alternativi ai due centrali Lucioni e Rossettini per puntellare una difesa che ha incassato la media di 2 gol a partita nei 19 incontri del girone d’andata chiuso amaramente allo stadio “Tardini“.

A centrocampo la pista seguita è sempre quella che porta alla mezzala Artur Ionita (29 anni), attualmente in forza al Cagliari, il quale avrebbe già raggiunto un accordo di massima con il Lecce anche se c’è convincere ora la società sarda a cedere il calciatore moldavo con passaporto rumeno. Si tratterebbe del secondo affare concluso con gli isolani dopo l’arrivo di Deiola.

C’è poi il capitolo trequartista da affrontare. Riccardo Saponara (28 anni) resta l’indiziato numero uno per dare a Liverani il tanto sospirato costruttore di gioco che però sappia farlo di ruolo. L’avventura con il Genoa non è andata come sperato ed il rientro alla Fiorentina, proprietaria del cartellino, è destinato a non durare. Il passaggio a Lecce sembra la soluzione più produttiva per entrambe le parti, tuttavia ci sono da appianare i rapporti non idilliaci tra Pradè e Meluso (caso-Venuti la scorsa estate).

Sul fronte delle cessioni, invece, tra le operazioni in uscita si registra la voce di una possibile partenza di Andrea Tabanelli che piace al Frosinone, club che milita in Serie B. Il suo eventuale addio alla casacca giallorossa libererebbe un posto a centrocampo e propedeutica all’arrivo di facce nuove in rosa.

Commenti