Tempo di lettura: 1 minuto

FIRENZE – L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella commenta così la sconfitta per 1-0 contro il Lecce, la terza consecutiva in campionato: “La squadra é stata sempre viva, faccio i complimenti ai miei ragazzi che hanno dato tutto. Purtroppo non siamo stati abili a finalizzare, ma abbiamo fatto il triplo dei tiri del Lecce e vinto il 57% dei contrasti. Sono partite che, se sblocchi, poi vanno in un altro modo. Tra i singoli, Vlahovic ha fatto bene, ma chiaramente deve cominciare a metterla dentro, oggi ha avuto tre buone occasioni. Ribéry domani farà gli esami per capire l’entità dell’infortunio, mentre da Pedro mi aspettavo maggior presenza in area, invece veniva incontro a centrocampo a prendere palla. Complimenti al Lecce per come l’ha interpretata, abbiamo concesso un contropiede e una palla nel finale per un disimpegno sbagliato e le hanno sfruttate. Mi dispiace per i tifosi e per il presidente, che in questi giorni sta provando emozioni negative. I fischi? Sono figli delle due sconfitte precedenti, più che di questa. Mi sento sempre a rischio, a maggior ragione dopo tre sconfitte, ma nei giudizi non perdo quasi mai. Adesso pensiamo alla gara di Coppa Italia di martedì prossimo: un obiettivo quasi primario, a cui teniamo tantissimo, indipendentemente dal fatto che l’Europa si stia allontanando in campionato“.

Commenti