Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – “Incapacità organizzative” e “discriminazione” da parte di un Prefetto. A questo si imputa la mancata apertura della trasferta allo stadio “Franchi” di Firenze da parte degli Ultrà Lecce che hanno diramato un volantino in cui si parla della impossibilità di acquistare un biglietto per il Settore Ospiti ai non possessori di Fidelity Card o Tessera del Tifoso che dir si voglia.

Com’è noto, i supporters giallorossi che risiedono a Lecce e provincia non possono comperare in prevendita i tagliandi per il settore destinato alle tifoserie ospiti dell’impianto sportivo fiorentino se non sono tesserati. A Lecce la stragrande maggioranza degli Ultrà non ha mai sottoscritto la Tessera del Tifoso per questioni ideologiche. Una compattezza “monolitica” che ha coinvolto anche tantissimi semplici sostenitori della squadra giallorossa e che, perciò, non saranno sabato sera sugli spalti.

Divieti mal sopportati e mal digeriti dagli Ultrà Lecce che, pertanto, invitano la tifoseria locale e quella che risiede nel resto d’Italia a disertare la trasferta a Firenze come dimostrazione di unità tra tutti coloro che hanno il Lecce nel cuore e che non condividono un calcio in cui a dettare le regole sia prefetti e comitati per l’ordine pubblico anche lì dove non se ne ravvedono i motivi.

Commenti