Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE –  Un turno di chiusura per il settore “Poltrone Est” dello stadio “Marcantonio Bentegodi di Verona dal quale domenica scorsa sono partiti  durante la gara con il Brescia i buu razzisti nei confronti di Mario Balotelli. È questa la decisione adottata oggi del Giudice sportivo della Serie A nei confronti della tifoseria veneta non nuova a simili “goliardate”.

Intanto, l’Hellas Verona ha deciso di negare l’accesso allo stadio a Luca Castellini, il capo ultrà gialloblù che aveva parlato di “pagliacciata di Balotelli” definito inoltre “non del tutto italiano“. La società scaligera che  ha parlato di “espressioni gravemente contrarie ai principi etici e ai valori del club”, ha adottato nei suoi confronti una misura interdittiva fino a giugno del 2030 che gli impedirà di accedere nell’impianto sportivo veronese.

Da parte sua, l’attaccante bresciano ha postato su Instagram le immagini della sua reazione in campo ai cori razzisti ringraziando quanti gli hanno espresso solidariertà: “Grazie a tutti i colleghi in campo e non per la solidarietà avuta nei miei confronti e a tutti i messaggi ricevuti da voi tifosi. Grazie di cuore. Avete dimostrato di essere veri uomini non come chi nega l’evidenza“.

Commenti

1 commento

Comments are closed.