Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Terza sconfitta su quattro match per il neopromosso Lecce che cede al rimaneggiato Napoli mandato in campo da Carlo Ancelotti a cui basta sfrittare le occasioni capitate al rapace Fernando Llorente per portare a casa 3 punti pesanti in chiave lotta-scudetto. Sull’esito della gara giocata davanti ad oltre 21.000 spettatori ci sono le decisioni dell’arbitro Marco Piccinini di Forlì che hanno scontentato i padroni di casa, incidendo sull’esito finale della gara.

Il tabellino: LECCE-NAPOLI 1-4

Stadio “Via del Mare” – 22 Settembre 2019 – ore 15:00

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli (dal 70° Benzar), Lucioni, Rossettini, Calderoni; Tabanelli, Tachtsidis (dal 1° st Petriccione), Majer; Mancosu; Falco (dal 65° Lapadula), Farias. A disposizione: Vigorito, Bleve, Riccardi, Dumancic, Vera, Shakhov, La Mantia, Babacar, Lo Faso. Allenatore: Fabio Liverani

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Fabian Ruiz, Elmas (dal 75° Callejon), Zielinski, Insigne; Llorente (dall’87° Luperto), Milik (dal 73° Lozano). A disposizione: Meret, Karnezis, Di Lorenzo, Gaetano, Hysaj, Mario Rui, Mertens. Allenatore: Carlo Ancelotti

Marcatori: 29° Llorente (N), 39° Insigne (N, rigore), 52° Fabian Ruiz (N), 62° Mancosu (L, rigore), 82° Llorente (N).

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì

Ammoniti: Ghoulam (N), Elmas (N), Tachsidis (L), Gabriel (L), Tabanelli (L), Fabian Ruiz (N)

Tempi di recupero: 1’ pt, 4’ st.

Note: temperatura 26°C, terreno di gioco in perfette condizioni. Calci d’angolo: 4-6. Spettatori: 21.644 (di cui 2.887 paganti), per un incasso di 409.616,80 euro (comprensivo della quota abbonati).

Commenti