Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Ottenuta a maggio la promozione con il Lecce, ora Filippo Falco torna a misurarsi con il calcio di Serie A, ma stavolta vuol lasciare il segno e dimostrare di poter giocare anche in massima serie a certi livelli. Il fantasista tarantino oggi pomeriggio ha incontrato i giornalisti per tenere la sua conferenza stampa e fare il punto su quello che per lui è stato un positivo avvio di stagione, come dimostrato nelle amichevoli estive.

Queste le dichirazioni rilasciate: “A Santa Cristina abbiamo svolto due settimane belle intense. Ci siamo conosciuti con i nuovi compagni che si sono integrati col gruppo. Sono contento di aver raggiunto un obiettivo così importante lo scorso anno: arrivare in Serie A è stata un’emozione unica. Ora la massima serie non la vivo come uno scommessa, ma credo arrivi al momento giusto per me. Lo scorso anno grazie al lavoro di mister Liverani sono cresciuto molto ed ora sono più consapevole dei miei mezzi. Disputare la Serie A a 27 anni con la maglia della società in cui sono cresciuto è un segno del destino. Tutti i nuovi arrivati sono dei profili importanti: Lapadula non lo scopriamo certo noi, è un giocatore che ha fame, cattiveria e forza. Mi hanno fatto un’ottima impressione anche Benzar e Vera. Concorrenza? Fa parte del gioco, in squadra non ci sono titolari e lotterò ogni giorno per conquistare la maglia“.

Commenti