Tempo di lettura: 1 minuto

S. CRISTINA (BZ) – Oggi tocca a Panagiotis Tachtsidis esprimere i suoi giudizi sulla nuova stagione alle porte che lo vedrà tornare a misurarsi in Serie A stavolta con addosso la maglia del Lecce.

Il centrocampista greco, dal ritiro di Santa Cristina, ha così parlato della nuova avventura: “Quando a gennaio scorso ho accettato l’offerta del Lecce era perché il mio obiettivo era quello di tornare in Serie A, insieme ai miei compagni. Siamo riusciti ad ottenere ciò che ci eravamo prefissati ed ora siamo coscienti del fatto che servirà molto di più per mantenere quanto abbiamo guadagnato sul campo. Siamo qui in ritiro a Santa Cristina proprio per questo: bisognerà fare di più e seguire le indicazioni di mister Liverani”.

TANTA QUALITÀ IN MASSIMA SERIE –Alla fine sono giocatori come noi, anche se in Serie A ci sono dei fenomeni che fanno la differenza. Bisogna però ricordarsi che nel calcio non esistono i singoli, ma per ottenere i risultati serve la squadra, il gruppo“.

CONVINTO DAL PROGETTO-LECCE –Per me questa nuova stagione non è una rivincita. Lasciare il campionato italiano fu una mia scelta, perché decisi di tornare in Grecia per giocare la Champions League. Successivamente ho visto che qui c’era un progetto interessante ed ho accettato di vestire la maglia giallorossa. A Lecce sto bene, per un giocatore è fondamentale stare tranquillo e lavorare serenamente ed io ho trovato queste condizioni nel Salento“.

Commenti