Tempo di lettura: 3 minuti

BRINDISI – È stata una festa di sport e amicizia, con la parola d’ordine legalità, la settima edizione del Torneo InternazionaleBrindisi Porta del Salento”. Ieri sera la finalissima in un gremito Parco “Mauro Maniglio” tra la New Basket Brindisi e l’Asd Murgia Basket di Cassano Murge. Ad aggiudicarsi il torneo è stata la formazione barese per 51–92. Tutte le altre squadre si sono classificate al terzo posto a pari merito nello spirito dell’iniziativa. La manifestazione è stata l’occasione per premiare personalità del mondo dello sport e del sociale che si sono particolarmente distinti negli ultimi anni, ma anche un’occasioni per Brindisi per ricordare quanti, con impegno e passione, hanno dato allo sport e al basket.

Il premio “Roberto Buscicchio”, storico dirigente sportivo brindisino, è stato assegnato al Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Giuseppe De Magistris: una targa ricordo è stata consegnata dalla figlia del compianto Roberto, Cinzia Buscicchio, mentre il Sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, ha consegnato la medaglia della Camera dei Deputati che ha patrocinato la manifestazione.

Due targhe in ricordo di Rodolfo Trabacca, presidente regionale della FIP Puglia, sono state consegnate a Daniela Piscopiello e Sonia Toma genitrici di due atleti dell’Asd Robur Brindisi che dalla prima edizione del torneo si occupano dell’ospitalità delle squadre.

La targa in ricordo di Luigi Mellone, presidente del Comitato zonale e regionale della FIP, è stata consegnata a Mino Molfetta, editore e voce storica di Ciccio Riccio. Il delegato provinciale del CONI, Oronzo Pennetta, ha consegnato la targa in ricordo di Peppino Todisco al Maestro dello Sport e suo allievo, Giovanni Russo. Il premio “Fabiano Ventruto”, cestita e amico dell’Asd Robur Brindisi, al quale è dedicato il centro mini-basket, è stato assegnato al miglior giocatore del torneo che una commissione di tecnici ha individuato in Angelo Samuele Carpignano dell’Asd Murgia Basket Cassano Murge.

All’allenatore, che ha mostrato nell’arco del torneo di aver trasmesso al meglio i principi formativi ed educativi del basket, è stato assegnato il premio “Elio Pentassuglia, ancora oggi considerato tra i migliori allenatori della pallacanestro italiana. Il premio, consegnato dal Maestro dello Sport, Giovanni Russo, è stato assegnato ad Antonio Rizzato, coach della Lupa Basket Lecce.

La targa in ricordo di Gigi Maiorano, storico dirigente brindisino, viene assegnato di solito al giocatore autore del gesto di fair play più significativo durante il torneo: in questa edizione gli organizzatori hanno deciso di non assegnare il premio a un giocatore bensì a un dirigente e precisamente al general manager della formazione algerina Metidji Kamilia Nihad che ha offerto il proprio contributo pur non richiesto.

Al giocatore più tecnico, individuato in Raffaele De Levrano, tesserato con la Mens Sana Mesagne, è stato assegnato il premio “Mino Marchese”, amico della Robur Brindisi scomparso prematuramente. La targa è stata consegnata dal fratello del compianto Mino, Angelo Marchese.

All’atleta della Robur Brindisi, Matteo Di Rienzo, è stato assegnato il premio “Claudio Malagoli”, quale miglior realizzatore del Torneo: a consegnare la targa Angelo Di Giovine, in rappresentanza dell’Enel, main sponsor della manifestazione.

Anche quest’anno gli organizzatori hanno voluto istituire il premio “Vincenzo Baldassarre”, prematuramente scomparso lo scorso gennaio, amministratore pubblico, persona corretta e generosa, marito e padre esemplare, nonché tifoso e appassionato di basket. Il premio è stato assegnato all’imprenditore Uccio Lamarina, sempre disponibile a contribuire con i propri mezzi alla buona riuscita del torneo e ad aiutare chi è in difficoltà.

Infine, una targa in ricordo dell’esperienza brindisina è stata consegnata a Jerry Frankie, General Manager della Green Team Nigeria. Poi la premiazione di tutte le squadre, della seconda classificata New Basket Brindisi, e della vincitrice del Torneo 2019 Asd Murgia Basket.

Commenti