Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Primo giorno ufficiale per la sessione estiva del calciomercato (chiusura il 2 settembre) e quest’anno il Lecce ha il privilegio di parteciparvi quale club neopromosso in Serie A. Da settimane si susseguono indiscrezioni legate alla società giallorossa che, per stessa ammissione del riconfermato mister Fabio Liverani e del Ds Mauro Meluso, deve far fronte ad un sostanzioso restyling della suo parco giocatori.

E così, registrate le operazioni in entrate già ufficializzate di Brayan Vera Ramirez, Yevhen Shakhov e Romario Benzar, prolungati i contratti di La Mantia, Tabanelli, Meccariello e Felici, ora il Lecce può concentrarsi sulla definizione delle altre trattative che dovranno completare la rosa da consegnare al tecnico possibilmente prima dell’inizio del ritiro precampionato di S. Cristina (dal 14 luglio).

Le “voci” di radio-mercato sono tantissime e riguardano quei ruoli non ancora coperti, per i quali la società di via Costadura dovrà chiudere le indagini esplorative condotte in queste settimane.

In giallorosso si attende l’arrivo di un portiere che affianchi Vigorito e gli contenda la maglia da titolare. L’affare Gabriel in tal senso sembra ormai in fase di chiusura. Inoltre, bisogna trovare almeno un forte difensore centrale (Magnani) che faccia coppia con Lucioni. La mediana sembra il reparto meglio assortito e completo, mentre in attacco si cerca di definire l’ingaggio di una punta d’esperienza (il turco Burak Yilmaz resta in stand by), come pure almeno un altro elemento che integri l’attuale gruppo di attaccanti (Lapadula, Moreo).

In uscita ci sono, invece, quegli elementi che non rientrano più nel progetto tecnico-tattico di Liverani o che faranno ritorno alle rispettive società di appartenenza. Ieri è stato ufficialmente l’ultimo giorno in giallorosso per alcuni calciatori che hanno scritto le più recenti pagine di storia del calcio leccese. Sono scaduti i contratti di Arrigoni, Bovo, Scavone, Marino, Di Matteo, Costa Ferreira e Persano, mentre rientrano alla base per fine prestito Venuti e Palombi. In attesa di trovare un’altra destinazione, tuttavia, ci sono anche Cosenza, Tsonev, Dubickas, Dumancic e Megelaitis.

Commenti