Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – È arrivata la posizione ufficiale dell’U.S. Lecce sulla vicenda relativa alle false fatture per le quali l’Agenzia delle Entrate ha notificato alla società giallorossa un accertamento fiscale per mancato versamento dell’IVA dovuta e relative sanzioni che hanno portato alla richiesta di pagamento di oltre 600.000 Euro.

In una nota diramata dal club di via Costadura si sottolineano alcuni passaggi fondamentali che hanno messo in subbuglio la tifoseria, preoccupata per gli sviluppi dell’inattesa vicenda relativa al 2014, periodo di gestione della famiglia Tesoro, ex proprietaria della società:

IL PROGETTO NON CAMBIA-Con riferimento alle notizie di stampa pubblicate in data odierna l’U.S. Lecce evidenzia che, tanto le attività di controllo della posizione fiscale poste in essere, quanto il successivo avviso di accertamento notificato nel maggio u.s., afferiscono esclusivamente ad operazioni effettuate nell’anno solare 2014. Rimarca, pertanto, che tali operazioni sono state realizzate anteriormente alla cessione delle quote di partecipazione sociale da parte dei precedenti proprietari e sono integralmente loro riferibili. L’U.S. Lecce ha conferito mandato ai propri legali al fine di valutare attentamente i contenuti dell’avviso di accertamento notificato, le conseguenziali iniziative da assumere a tutela della Società, nonché eventuali profili di responsabilità. L’U.S. Lecce auspica che sia fatta piena luce sulla vicenda nelle deputate sedi e, pur evidenziando la gravosità e la non prevedibilità della sopravvenienza, sottolinea che essa non comporterà alcuna modifica dei progetti già delineati dalla Società riguardanti, in particolare, i profili tecnico – sportivi della prima squadra e del settore giovanile e la riqualificazione delle strutture immobiliari“.

GIÀ RIPIANATO IL BILANCIO 2018/’19- A margine delle precisazioni riportate, il club ha voluto annunciare anche di aver messo i conti in ordine per procedere senza problemi nell’ordinaria gestione del sodalizio: “Con l’occasione, inoltre, si comunica che i soci dell’U.S. Lecce, con risorse proprie, in data odierna hanno provveduto a ripianare interamente la perdita relativa al bilancio dell’esercizio finanziario 2018/2019“.

PAGATI GLI STIPENDI DI MAGGIO- Ultimo passaggio della nota ufficiale dell’U.S. Lecce è quello in cui si specifica che sono stati onorati nei tempi previsti anche gli impegni contrattuali con i tesserati: “Infine, l’U.S. Lecce informa, di avere effettuato in anticipo rispetto alle scadenze federali, il pagamento di tutti gli emolumenti dovuti ai tesserati ed ai collaboratori della gestione amministrativa maturati al 31 maggio 2019“.

Commenti