Tempo di lettura: 1 minuto

SALERNO – La decisione imposta dall’alto di far disputare i play-out a Salernitana e Venezia non è andata giù neppure tra i tesserati del club campano che per qualche giorno aveva festeggiato alla salvezza arrivata grazie alla retrocessione del Palermo e la cancellazione degli spareggi per mantenere la Serie B fino alla sentenza della Corte Federale d’Appello che ha ribaltato le carte in tavola.

Nelle scorse ore si è svolto un vertice tra i giocatori granata e l’AIC (Associazione Italiana Calciatori) in cui è stata analizzata la situazione. “All’esito dell’incontro tenutosi col rappresentante dell’Assocalciatori, Danilo Coppola, abbiamo manifestato tutte le nostre perplessità circa la disputa dei play-out“.

È quanto hanno affermato in una nota i calciatori della Salernitana, che hanno poi aggiunto: “Se l’Aic decidesse di indire uno sciopero al fine di ottenere l’annullamento dei play-out noi lo sosterremo, com’è giusto che sia, altrimenti siamo pronti a scendere in campo nelle date stabilite dalla Lega“.

Commenti