Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – I vertici societari dell’U.S. Lecce non possono far altro che accogliere con contentezza la vittoria di ieri con il Cosenza che porta i giallorossi al temporaneo primo posto insieme al Brescia. Il presidente Saverio Sticchi Damiani ha parlato del momento in mixed zone: “Queste tre partite hanno portato 3 vittorie, 12 gol fatti e 1 subito. Non si fanno questi risultati a caso. Questo gruppo ha qualità tecniche e umane sopra ogni aspettative. La classifica? Cerco di non pensarci, dobbiamo essere lucidi. In città si respira un’aria bellissima. Non siamo partiti con quest’obiettivo, ma a questo punto ci impegniamo e vediamo dove arriviamo”.

Un appunto va subito alla trasferta di domenica prossima: “A Cremona sarà bello ritrovarsi con i tifosi del Lecce di tutt’Italia, come a Verona e Carpi. Sono opportunità per stare tutti insieme. Già quello è una vittoria, poi vedremo il campo”.

E sulla gara contro la formazione di Piero Braglia: “La partita era già difficile, poi il gol l’ha resa complicatissima. Il secondo tempo poi abbiamo ritrovato il ritmo. Arrigoni ha fatto una gran partita ma Tachtsidis ci permette di valorizzare tutti i calciatori offensivi e il nostro DNA di squadra propositiva palla a terra e spettacolare. Nello spogliatoio ci vado dopo le vittorie e dopo le sconfitte. C’è un bel clima, sereno, cauto e equilibrato. La testa è a Cremona”.

Il vicepresidente Corrado Liguori non nasconde la propria gioia: “Sono contentissimo per la vittoria. È straordinario vincere 3 partite in casa. È stata differente oggi rispetto alle altre, abbiamo subito un gol a freddo contro una squadra rognosa che si difendeva a 5. I ragazzi hanno dimostrato di saperci fare, riprendendosi, raddoppiando e gestendo il finale. Tanti gol fatti e pochi subiti? Abbiamo vinto e convinto, siamo sulla strada giusta. Adesso abbiamo acquisito il diritto a fare i play-off. Giochiamo alla morte le ultime 6 partite e vediamo l’11 maggio. Dipende da noi”.

E poi: “Il mini abbonamento ha portato bene. Non è il momento migliore per pensarci. Ho un piccolo intervento in programma e sarò assente a Cremona”. 

L’amministratore delegato Alessandro Adamo ha poi puntualizzato, soffermandosi sulla partita e sul futuro prossimo: “Non parliamo di classifica, abbiamo confermato il lunghissimo periodo di forma. Abbiamo dimostrato la superiorità nel secondo tempo. I ragazzi hanno risposto bene, il Cosenza è una squadra buona e da gennaio fa cose ottime. Siamo felici di questo, dobbiamo smaltire l’entusiasmo e pensare subito alla Cremonese. Smorzare l’entusiasmo è difficile? Il gruppo è sereno e maturo, siamo ben convinti che l’obiettivo è lontano ma raggiungibile. Pensiamo a giocare un calcio gustoso, piacevole, con fraseggi, come comanda la filosofia di Liverani”.

Commenti