Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Sono circa 700 i prodotti contraffatti a marchioU.S. Lecce” sequestrati dagli agenti della Guardia di Finanza in un blitz che si è svolto ieri sera nei pressi dello Stadio “Via del Mare in concomitanza con l’incontro di calcio Lecce-Cosenza.

L’operazione è stata denominata “Offside counterfeiting 2” (ossia contraffazione in fuorigioco) ed è stata condotta dalle Fiamme Gialle di Lecce, in collaborazione con i militari del Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza.

I finanzieri hanno eseguito una serie di controlli che hanno poi portato alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di due persone per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. Tra i prodotti finiti sotto sequestro figurano maglie da gioco, sciarpe, gagliardetti e cuscini da stadio.

Prima dell’inizio della gara, sul prato dello stadio leccese era stato esposto da alcuni ragazzi uno striscione che recava lo slogan “#loriginalevince” per richiamare, su tutti i campi di calcio, l’importanza della proprietà intellettuale, quale asset strategico per le imprese e strumento di tutela per il consumatore. Uniniziativa che ha coinvolto anche la Serie A e che riguarda la sinergia tra Direzione generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico, Guardia di Finanza, Lega Serie A e Lega Serie B nel contrasto alla contraffazione, alla pirateria e all’abusivismo commerciale.

Commenti