Tempo di lettura: 1 minuto

ASCOLI – A ventiquattr’ore di distanza non sbollisce la rabbia e la delusione dei tifosi dell’Ascoli, inferociti con società, tecnico e giocatori per l’umiliante 7-0 rimediato al “Via del Mare” contro il Lecce nel recupero della 22ª giornata di campionato.

Ad accendere ulteriormente i toni c’è stata anche la proposizione in diretta tv su Rai Sport dell’evento.

A raccogliere gli sfoghi dei supporters bianconeri è la pagina ufficiale facebook del club marchigiano.

Centinaia i post pubblicati da ieri a commento del post in cui l’Ascoli Calcio 1898 comunicava la decisione di portare in ritiro a tempo indeterminato la squadra. Tuttavia, c’è pure chi trova il modo di ironizzare sul risultato clamoroso postando meme e vignette sarcastiche con cui sottolineare la portata storica della debacle subita in terra salentina.

Le invettive dei sostenitori ascolani sono equamente indirizzate tra i calciatori e mister Vincenzo Vivarini, che molti vorrebbero fosse esonerato dalla dirigenza. Ma anche i vertici societari sono finiti nel mirino dei tifosi umiliati e delusi per la scelta di non cacciare la guida tecnica e non far rientrare in città la formazione bianconera. Inevitabilmente, sotto tiro finisce pure l’operato del Ds Antonio Tesoro.

Un clima avvelenato che non rispramia nessuno e che lascia presagire nulla di buono in vista del prossimo impegno casalingo al “Del Duca” di capitan D’Elia e compagni contro il Benevento. Una avvisaglia la si era avuta già al 30′ del primo tempo della partita di ieri quando i circa 100 sostenitori ascolani avevano abbandonato in segno di protesta il Settore Ospiti preferendo anticipare il rientro a casa senza attendere la fine del match.

Commenti