Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Sarà un faccia a faccia tra nobili decadute quello che vede sfidarsi Lecce ed Ascoli, due club che per anni hanno dignitosamente militato in Serie A e che sono accomunata dall’esser state entrambe allenate da grandi tecnici quali il compianto Mimino Renna e Carletto Mazzone.

Quella di oggi sarà la 20ª sfida in totale che si disputerà in terra salentina: 18 sono quelle disputate in campionati di Serie A, B e C, a cui si aggiungono altre due gare giocate in Coppa Italia.

Il bilancio complessivo è di 8 vittorie dei giallorossi, 9 sconfitte e 2 pareggi con 21 gol fatti e 14 subiti.

Il primo confronto si giocò il 26 maggio 1963 e terminò sul 2-2. Di Masetto su autorete (24′) e Panza (76′) le reti leccesi, mentre gli ospiti si portarono per due volte in vantaggio con Piacentini (5′) e Gori (40′) in una contesa che ebbe come palcoscenico lo stadio “Carlo Pranzo.

Miccoli, leccezionale.itL’ultimo confronto in campionato tra le due compagini coincide anche con l’ultimo successo dei giallorossi. Era il 28 febbraio 2014 quando, in Lega Pro, il Lecce di mister Franco Lerda superò 2-1 l’Ascoli allenato da Destro grazie ad una doppietta dell’allora capitano Fabrizio Miccoli (9′ e 46’pt). Il gol della bandiera bianconero fu invece realizzato da Capece (48′).

Per trovare l’ultima affermazione degli ospiti al Via del Mare occorre tornare alla stagione di Serie A ’88/’89 quando il Lecce di Mazzone subì il ko dall’Ascoli di Castagner. Era il 20 novembre 1988 e ad aprire le danze fu Bruno Giordano (16′) su punizione, pareggio su rigore di Pedro Pablo Pasculli (49′) e rete del successo marchigiano a firma di Benetti (58′).

Commenti