Tempo di lettura: 1 minuto

VENEZIA – L’allenatore del Venezia, Walter Zenga, ha commentato in sala stampa la prova dei suoi, valsa il pareggio per 1-1 contro il Lecce. Queste le dichiarazioni raccolte da trivenetogoal.it: “La mia squadra ha giocato bene, si sono mossi con grande determinazione e compattezza. Il Lecce si giocherà la Serie A fino alla fine. È normale che nel primo tempo ci sia un po’ più di forza da parte di entrambi. Abbiamo cambiato assetto alla fine del primo tempo, abbiamo tenuto le due punte alte e non le facevamo più rientrare. Sono contento di quello che ho visto, sono contento di quello che hanno fatto e come l’hanno fatto. Besea ha fatto bene, Citro ha fatto una grande partita, Lombardi è stato bravo“.

Il tecnico arancioneroverde replica poi alle lamentele di Liverani per il mancato rigore su Venuti: “Quando uno fa l’allenatore deve mettere in preventivo di perdere qualche partita, eh… Non mi sembra che quando sono arrivato il Venezia era primo in classifica. Se faccio vedere tutti gli episodi che abbiamo noi a sfavore rimaniamo qui fino a domani mattina, per cui non parliamo dell’episodio che avrebbe sfavorito il Lecce.

L’ex Uomo Ragno conclude quindi con una riflessione sulla logistica dei match in notturna giocati a Venezia: “Nelle prossime gare giocheremo quattro volte alle 21:00 e una volta alle 19:00. Magari se qualcuno considera che al Penzo non è facile arrivare alle 21:00. Vedere una partita come Venezia-Lecce non è assolutamente carino. Lunedì sera alle 21:00 è complicato arrivare al ‘Penzo’, domani mattina la gente si sveglia e va a lavorare. Venezia-Lecce meritava una cornice di pubblico migliore. Per il calendario delle prossime partite bisognerà studiare i quarti di luna…”

Commenti