Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE (di Gabriele De Pandis) – Liverani lancia subito Tachtsidis in cabina di regia, Petriccione si sposta sul centrodestra e La Mantia vince il ballottaggio con Palombi. Il Benevento conferma il 3-5-2 visto a fine 2018 è, senza Maggio e Viola, rimpolpa la mediana con il recuperato Del Pinto, affiancato da Tello e Buonaiuto. Dietro rientra anche Antei, panchina per Costa.

Il Lecce comincia con il piede premuto sull’acceleratore: La Mantia ringrazia Fiamozzi per un cross al bacio ma spreca tirando su Montipò e poi Lucioni, fischiato dai tifosi ospiti, s’avvita di testa e manda alto di poco. Tutto questo nei primi 3′.

Il Benevento non sta per nulla a guardare, aggredisce la costruzione della banda Liverani e pressa alto. La strategia apre però praterie che infiammano il “Via del Mare“. Mancosu ne sfrutta una al 9′, ma il destro è centrale. Un esterno mal calibrato di Buonaiuto è la risposta sannita al 15′.

I padroni di casa danno ampiezza al proprio gioco e sfiorano il vantaggio due minuti dopo: cross di Falco che taglia l’area piccola, Scavone gira di testa e Montipò salva sulla linea. Gli uomini di Bucchi ricorrono alle maniere forti per ridurre il Lecce, che produce tanto. Ancora La Mantia al 22′, ancora gol mancato da ottima posizione. Buonaiuto scuote il Benevento con una sassata dai venti metri che sfila al di là dell’incrocio.

È il 24′, è una partita vibrante, bellissima, anche perché ci sono pericoli quando gli ospiti verticalizzano: Coda manca l’impatto vincente al 26′. La gara scorre, il Lecce sfrutta male un contropiede al 38′, con Fiamozzi che si fa smorzare la conclusione. A 3′ dal riposo è il Benevento vicino al gol prima con Coda, Vigorito smanaccia il tiro da fuori, e poi con un pallone velenoso di Improta.

La ripresa comincia con il Lecce timidamente avanti, a piccoli passi Falco (51′) ha spazio per il tiro sul primo palo, Montipò c’é. Un minuto dopo sbuca Mancosu in area, altro tiro sul primo palo, esterno della rete. La difesa di Bucchi regge. Le manovre salentine sono deliziose anche se manca l’affondo. La Mantia riceve un cross troppo morbido al 57′, difficile segnare di testa: Montipò raccoglie in tuffo. Ancora la stessa storia all’ora di gioco: Calderoni indirizza, sinistro al volo del 19 sopra il montante.

Al 62′ il Lecce capitalizza il dominio: Mancosu s’invola tra le maglie della difesa beneventana e batte Montipò con un tocco preciso che tocca il palo e fa urlare il “Via del Mare”.

Comincia un’altra storia sul rettangolo verde? Letizia indirizza male un cross, spaventa Vigorito e dice di sì. Bucchi inserisce Bandinelli per dare più geometrie e al 71′ arriva il pari: lancio lungo, Coda sgomita tra Lucioni e Bovo, beneficia del tocco di Insigne e brucia Vigorito con un diagonale. Sì é un’altra storia, anche se una spettacolare volee di Falco sfiora il palo.

La banda Liverani sembra pagare l’eccessiva produzione della prima parte. Il tecnico cambia nel finale con Haye per il positivo Tachtsidis. I ritmi sono più bassi, Asencio, Ricci e Palombi vanno in campo per alzarli e il Benevento getta un’interessante palla gol con lo stesso Asencio che mastica il colpo. Negli ultimi minuti i sanniti rallentano e protestano per un presunto rigore non concesso per mani in area leccese. I padroni di casa cercano degli attacchi finali, ma finisce così.

Il tabellino: Lecce-Benevento 1-1

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Bovo, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (31’st Haye), Scavone; Mancosu (45’st Pettinari); Falco, La Mantia (39’st Palombi). A disposizione: Bleve, Riccardi, Cosenza, Arrigoni, Lepore, Marino, Meccariello, Tabanelli, Venuti. Allenatore Fabio Liverani

Benevento (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto (23’st Bandinelli), Buonaiuto, Improta; Insigne (43’st Ricci), Coda (36’st Asencio). A disposizione: Gori, Zagari, Tuia, Costa, Gyamfi, Coddard, Cuccurullo, Sanogo, Armenteros. Allenatore Cristian Bucchi

Marcatori 17’st Mancosu (L), 26’st Coda (B)

Espulso Liverani (L) al 48’st per proteste

Ammoniti 10’pt Volta (B), 20’pt Tello (B), 8’st Del Pinto (B), 19’st Mancosu (L), 35’st Fiamozzi (L)

Arbitro Marco Serra di Torino – Recuperi 1’pt, 4’st

Commenti