Tempo di lettura: 1 minuto

BENEVENTO – La prima partita del 2019 sarà la sfida tutta giallorossa tra Lecce e Benevento, in programma sabato alle 15.00 al “Via del Mare”. In casa sannita ha parlato Riccardo Improta che, ospite della trasmissione Ottogol, ha tracciato il momento a seguito del 6-2 di Coppa Italia in casa dell’Inter e in vista della partita in casa della banda Liverani.

La disamina è cominciata dalla gara persa a San Siro: “La partita sin da subito non si è messa benissimo. Giocare a San Siro, comunque, regala sempre grandi emozioni. Nonostante lo svantaggio iniziale abbiamo reagito, cercando di fare del nostro meglio per limitare il passivo. Alla fine il risultato è stato un po’ duro. Mi è dispiaciuto molto non poter contare sull’appoggio dei tifosi: meritavano di vivere un’esperienza del genere. Il rigore? Il contatto è stato minimo. Ho detto a Candreva che è più bravo di Mario Merola“.

Il 6-2 di Milano, secondo Improta, rafforza il Benevento: La gara contro l’Inter ci ha permesso di maturare maggiori convinzioni nei nostri mezzi. Ho visto tanti aspetti positivi che il 6-2 nasconde. Nelle ultime gare di campionato abbiamo dimostrato di aver raggiunto un assetto equilibrato, capace di farci subire pochi gol. Il ritorno sarà tutt’altra cosa e stiamo lavorando sodo per correggere gli errori commessi, compresi quelli visti a San Siro”. 

E poi il focus si è spostato inevitabilmente sulla sfida del “Via del Mare”: “Sarà una gara difficile contro una delle rivelazioni del campionato. Dovremo approcciarla nel migliore dei modi, pronti a offrire una grande prestazione senza alcun timore”.

Uno degli assenti sarà il regista Viola. Improta esalta le abilità del compagno: “Ci manca la sua presenza in mezzo al campo. E’ un grande calciatore”.

Commenti