LECCE – “Se al Nottingham non ho giocato nemmeno per un minuto negli ultimi sei mesi non è per motivi fisici. Sto bene e potrei già scendere in campo, anche se non per tutti e 90 i minuti“. Si è presentato così Panagiotis Tachtsidis, primo acquisto del calciomercato invernale che il Lecce ha riportato in Italia.

Sguardo vispo e italiano fluente, il centrocampista greco ha voluto mettere subito in chiaro di non essere “rotto”, fugando i dubbi di chi pensava che in squadra fosse arrivato un elemento che ha bisogno di tempo per essere pronto a giocare da titolare.

Lo abbiamo seguito già da un po’ di tempo perché crediamo nelle sue potenzialità, come dimostrano l’obbligo di riscatto in caso di promozione e il diritto di opzione in caso contrario. Col suo arrivo, la squadra fa un salto di qualità. A dicembre sono stato a Nottingham per seguire un allenamento, poi siamo andati a cena e abbiamo trovato l’accordo. In ballottaggio con Petriccione? No, Jacopo può giocare bene anche da mezzala“, ha dichiarato il Ds Mauro Meluso, presente nella sala stampa del “Via del Mare“.

Panos, come preferisce essere chiamato, ha poi aggiunto: “Sono qui per dare il mio contributo. Sono un play del centrocampo, ma sono pronto a giocare in qualunque ruolo mi chieda il mister. Con Liverani ci siamo sentiti per telefono e non vedo l’ora di conoscere lui ed i nuovi compagni. Ho scelto Lecce perché mi hanno detto che c’è un grande gruppo. Cercherò di conoscere presto tutti e spero di restare qui a vita“.

Tachtsidis ha poi aggiunto: “Rimpianti per la mia carriera? No, nessuno. Punto a ritrovare la Serie A col Lecce. Non conosco la città, né il Salento, lo farò presto. Conoscevo questa realtà come una piazza importante del calcio italiano, ma non ci ho mai giocato contro perché allora io giocavo in B ed il Lecce era in A. Il numero che ho scelto? Avrei voluto il 77, ma non si può, perciò giocherò con la maglia numero 7“.

Commenti
Articolo precedenteLecce, Morelli in prestito alla Sanremese
Articolo successivoCalciomercato, il punto del Ds Meluso
Dal 1995 nelle redazioni televisive (Tele C 10, TV10, TopVideo, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'A TV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali, di telegiornali (Studio10News, 10News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni e referendum), sociali (Telethon ’97); programmi d'approfondimento e commenti d’eventi sportivi. Nella carta stampata: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, Il Paese Nuovo, Espresso Sud, Città Magazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Dal 1999 al 2001 redattore di leccesette.it Nel biennio 2002-2003 redattore de legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile del periodico sportivo “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7 Gold per “Diretta Stadio - Ed è subito goal!” Dal 2012 opinionista de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it e dal 2016 de "Cuore Giallorosso 1908" su salentotelevision.it Dal 2012 addetto stampa delle associazioni “Noi Lecce” e "Passione Lecce" Dal 2013 direttore responsabile de leccezionale.it e conduttore di "Leccezionale TV"

1 commento

Comments are closed.