Tempo di lettura: 3 minuti

CREMONA – Le batterie dopo la sosta sono cariche al 100%. Ora non si respira fino a gennaio. La serie B riparte e l’avversario del Lecce è la Cremonese, fresca di cambio di allenatore. Soltanto due giornate fa è giunta al termine la guida di Andrea Mandorlini, esonerato dopo l’1-1 col Verona e sostituito da Massimo Rastelli.

Cinque partite senza vittorie (ultimo successo mandorliniano il 2-0 al Cosenza del 26 settembre) sono risultate fatali all’ex tecnico dell’Hellas, chiamato per fare il salto di qualità nelle zone medio-alte della classifica e silurato verosimilmente a seguito delle due sconfitte consecutive contro Benevento e Venezia.

L’arrivo di Massimo Rastelli ha portato linfa al gioco della Cremonese, e la vittoria all’esordio col Livorno (1-0, gol di Brighenti) ha restituito la gioia del successo al pubblico dello “Zini“, che ora si aspetta il salto di qualità sul difficile campo del Lecce.

Massimo Rastelli

Elementi di esperienza…– La rosa a disposizione di Rastelli è piena di senatori over 30 decisi a non mollare fino alla fine. A partire dalla porta. L’infortunio del giovane Radunovic (22, fuori 5 mesi) ha indotto la società all’acquisto dello svincolato Michael Agazzi, 34enne che si giocherà il posto con Ravaglia (30). L’arcigna coppia centrale Claiton (34) e Terranova (31) conferma il trend, che continua col il ballottaggio sulla sinistra tra i 30enni Renzetti e Migliore. L’eccezione è il terzino destro romeno Vasile Mogos (26), capocannoniere di squadra insieme a Brighenti con 2 gol.

A centrocampo spicca Daniele Croce (36), in cabina di regia attendendo il miglior Arini (31), recuperato in settimana. La quantità parte poi con Leandro Greco (32), cresciuto nella Roma e girovago del grande calcio. Davanti non ci sarà Giampietro Perrulli (33), alle prese con sedute fisioterapiche: gli over dell’attacco saranno Andrea Brighenti (30). Quasi sicuramente out anche Paulinho (32) e Montalto (30), ancora in differenziato.

Xian Emmers

…E giovani talenti- Benissimo, la lunga serie di guerrieri a disposizione di Rastelli non è tutto. A dare pepe al centrocampo grigiorosso c’è Xian Emmers, 19enne belga in prestito dall’Inter. Centrocampista dai piedi, ottimo nella visione di gioco, può essere un’alternativa al gioco sulle fasce che probabilmente Rastelli proporrà. Cremona è un’importante banco di prova per lui: ci sono puntati gli occhi della casa madre nerazzurra e di Spalletti.

La fascia destra è la zona di Gaetano Castrovili da Canosa di Puglia. 21 anni, 2 assist e 1 gol sono lo score della sua seconda stagione in B con la Cremonese. Un’altra alternativa? Gabriel Strefezza, classe 1997, già incrociato con la Juve Stabia. In difesa c’è Ivan Kresic (22), a quota 3 presenze da titolare e 7 spezzoni finali.

Mirko Carretta

Quale formazione?- Molto si deciderà all’ultimo. Assodata la defezione di Perrulli, Rastelli dovrà decidere se optare per l’altro talentuoso (non c’eravamo dimenticati) Mirko Carretta. Il gallipolino, 28 anni, ha sempre fatto bene al “Via del Mare” da avversario. Gol-vittoria in Lecce-Martina 0-1 e prestazioni sopra la sufficienza con la casacca del Matera. Carretta, spesso sostituto di Perrulli per tagliare in due le partite, si giocherà una maglia da titolare con Piccolo per completare la linea mediana con Castrovili a destra e Emmers-Greco (o Arini) al centro.

Il 4-1-4-1 di Rastelli, all’occorrenza 4-3-3 viste le spiccate predisposizioni offensive degli esterni, avrebbe i due perni in Brighenti centravanti e Croce (più dell’arretramento di Arini) schermo davanti la difesa. Agazzi proverà già a insidiare Ravaglia tra i pali. In difesa, Mogos, Terranova, Claiton e Migliore dovrebbero essere confermati. Seconde scelte restano Kresic e Marconi (29).

Commenti