Tempo di lettura: 2 minuti

MILANO – Giornata movimentata a Milano dove nel pomeriggio si è riunita l’Assemblea straordinaria della Serie B dopo il pronunciamento di ieri del TAR del Lazio che ha accolto i ricorsi per il ripescaggio di Pro Vercelli, Novara e Ternana e invitato la FIGC ad individuare le società che possono essere riportate in Cadetteria nel lotto di cinque pretendenti, comprendente anche Catania e Robur Siena.

Mauro Balata, presidente della Lega di Serie B, al termine dell’assemblea ha dichiarato: Si è deciso all’unanimità di ricorrere al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar del Lazio. A questo punto non possiamo più aspettare quello che accadrà: qui ci sono 19 società che hanno dei diritti. È ora di farla finita con la politica: qui bisogna giocare a calcio e bisogna tutelare milioni di tifosi e tanti giovani. Noi abbiamo il 31% di giovani che giocano nel nostro campionato, la Federazione deve tutelarci. Siamo stufi di questa situazione. La Figc non ha intenzione di impugnare quell’ordinanza del TAR che censura i suoi stessi provvedimenti. È un fatto gravissimo. Se ci saranno eventi che sconvolgono il campionato, ci rivolgeremo in tutte le sedi contro ogni soggetto responsabile“.

Intanto, il Segretario Generale della Serie C, Francesco Ghirelli, prossimo presidente della categoria al posto di Gabriele Gravina, ha così commentato: “Chiedo a Balata che la Serie B si fermi. Mi preoccupa molto dover spiegare ai bambini perché gli stadi ieri erano chiusi: molte persone sono disorientate. Non potevamo giocare le partite di ieri, altrimenti successivamente sarebbero state tutte annullate. Da un lato c’è la passione, dall’altra le regole da rispettare. La FIGC adesso sta cercando di capire cosa fare: serve che qualcuno spieghi alla B che è il momento di fermarsi per poi tornare in campo il prima possibile. Il presidente Gravina ha tutte le qualità per risolvere la questione ed a lui non devo fare nessun appello. Mi aspetto che tutto si risolva il prima possibile con i ripescaggi“.

Commenti