Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – È stata indetta procedura di evidenza pubblica per l’aggiudicazione dei lavori di realizzazione di un impianto sportivo polifunzionale in via Potenza, a Lecce. Il progetto, sviluppato nell’ambito del “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie della città di Lecce, Città ruraLe” prevede la realizzazione di un struttura sportiva composta da n. 9 campi da gioco: 5 campi da tennis (di cui 2 coperti), n. 1 campo polifunzionale da basket e tennis, n. 1 campo polifunzionale da basket e pallavolo, n. 1 campo polifunzionale da tennis e pallavolo e n. 1 campo per il paddle.

L’impianto sportivo prevede altresì la realizzazione di un fabbricato – Centro Servizi – che ospiterà gli spogliatoi sia per gli atleti sia per i giudici di gara con i relativi servizi igienici, un locale adibito al Pronto Soccorso con antistante piazzola di sosta per l’ambulanza, una sala pluriuso, un punto di ristoro dotato di cucina, dispense e servizi igienici per il personale e un blocco di bagni per il pubblico. Tutti i campi all’aperto saranno dotati di recinzione perimetrale.

Le offerte dovranno pervenire al Comune di Lecce, Ufficio Protocollo, via Rubichi, 16 entro e non oltre le ore 12:00 del 9 novembre 2018.

“Avviare questa procedura – dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Nociha un doppio valore: da una parte potenziare l’offerta di spazi per la pratica sportiva in città, in uno spazio di circa 24.000 mq che potrà ospitare competizioni di livello regionale e nazionale; dall’altra riqualificare e valorizzare un’area periferica. Questo centro infatti non sarà solo uno spazio in cui praticare sport e promuovere la salute, sarà anche uno strumento di  aggregazione e di inclusione sociale per l’intero quartiere. Il nostro obiettivo per le periferie e per le marine, come abbiamo più volte sottolineato, è quello di renderli dei quartieri della città riducendo le distanze con il centro. Per farlo, dobbiamo mettere in campo tutte le azioni possibili che ci permettano di riqualificare gli spazi e dotare tutti i quartieri di servizi in alcuni casi primari, in altri indispensabili per ridurre le criticità e per rispondere in maniera adeguata ai bisogni dei residenti”.

Commenti