Tempo di lettura: 2 minuti
Sandro D’Accico

LECCE – Futsal Lecce, compagine della città impegnata nel campionato di Serie C/2 di Calcio a 5, prosegue la collaborazione con l’allenatore Sandro D’Accico, che collaborerà con l’allenatore-giocatore Domenico Bongermino

Per me Futsal Lecce è una seconda famiglia, ho iniziato il mio percorso di crescita qui e spero di continuare a far crescere la squadra”, afferma il tecnico che, oltre a vantare una ventennale esperienza nel Futsal pugliese, è preparatore qualificato dei portieri ed ha recentemente acquisito il patentino FIGC di allenatore di calcio a 5.

La collaborazione con D’Accico è sempre stata un punto fermo del sodalizio giallorosso, che vuole continuare a puntare su di lui, anche in virtù delle nuove competenze acquisite.

“Ho voluto prendere anche il patentino da allenatore di calcio a 5 per avere le giuste conoscenze nel ruolo e poterle trasmettere ai giocatori – continua – oltre che potermi confrontare alla pari con allenatori esperti; tutto ciò è uno stimolo in più per mettersi alla prova”.

La società giallorossa sa bene quanto sia importante l’apporto del tecnico brindisino, che in questi anni ha lavorato più che bene nel ruolo di preparatore dei portieri e di allenatore in seconda e che adesso darà il suo contributo anche nel settore giovanile.

Proprio dai giovani deve partire la nuova linfa del calcio a 5: “Il settore giovanile è importante, se di vuol far crescere questo sport nel territorio e sono felice che Futsal Lecce faccia da pioniere anche in questo ambito. Dobbiamo e vogliamo crescere. Il Futsal leccese se lo merita!”.

Dalla società ci sono sensazioni più che positive: “C’è tanto entusiasmo per questo secondo tassello che, insieme a Bongermino, va a definire un ulteriore passo in avanti verso la costruzione della squadra”, afferma la presidente Sara Quarta, visibilmente soddisfatta per il lavoro che la dirigenza sta svolgendo sia a livello di prima squadra che di settore giovanile.  “Ci aspettano ancora tante novità, che formalizzeremo nei prossimi mesi”.

Commenti